Daily Archives: marzo 4, 2010

I benefici della cioccolata fondente

Navigando su internet ci siamo imbattuti in una dichiarazione del professor Giovanni Spera, Ordinario di Medicina Interna all’Università “La Sapienza” di Roma che ci ha incuriosito. Egli afferma che la cioccolata fondente, a sole due ore dalla sua assunzione, grazie ad un antiossidante polifenolico contenuto naturalmente nella cioccolata, provoca un miglioramento della funzione vascolare coronarica, una riduzione dell’aggregazione piastrinica e una vasodilatazione coronarica, ma è importante non abbinare questo alimento al latte, perché l’effetto positivo svanirebbe. Questi antiossidanti svolgono anche una funzione protettiva nei confronti del cancro. Si parla però di un consumo medio di 6.7 grammi di cioccolato al giorno corrisponde ad un quadratino di cioccolato due o tre volte alla settimana. Superati questi limiti, l’effetto protettivo tende a perdersi.

Continuando con la ricerca degli effetti benefici del cioccolato fondente troviamo che il cioccolato contribuirebbe ad abbassare il livello di colesterolo. Due studi clinici hanno dimostrato che il consumo di cacao aumenta i livelli di colesterolo buono (HDL) e abbassa il colesterolo cattivo (HDL).

Il cioccolato contiene feniletilammina, (detto anche ormone del piacere), un oppiaceo naturale che il cervello produce quando ci si innamora, e che regala sensazioni di felicità e appagamento.psicoattivo dalla struttura simile a quella delle Anfetamine. Il Triptofano (precursore della Serotonina e della Melatonina) ha proprietà ansiolitiche che proteggono le arterie dall’aterosclerosi. Il cioccolato ha poi la capacità di stimolare neurotrasmettitori come la Serotonina, le Endorfine e la Anandamide.Tali sostanze influenzano il nostro stato d’animo e sono considerate a tutti gli effetti degli anti-stress naturali. L’Anandamide è in grado di stimolare la percezione sensoriale e di indurre sensazioni di euforia. E come già detto la presenza di Flavonoidi nel cacao, favorisce il flusso sanguigno cerebrale e può essere raccomandato per le persone con disturbi depressivi grazie anche al suo contenuto di zuccheri e carboidrati che stimolano la produzione delle endorfine, da cui deriverebbe anche la sensazione gradevole che da, di per sè, mangiarne anche solo un pezzetto.

Secondo il dietologo americano Brett Hall agisce come inibitore della fame e può essere inserito nelle diete ipocaloriche senza rischi.

Il cioccolato è a tutti gli effetti il miglior alimento anti-fatica e anti-stanchezza. Ricco di Magnesio, Fosforo, Ferro, Vitamine E, B1 e B2 è l’alimento più indicato per chi svolge un’attività fisica intensa. Inoltre è un eccellente fonte di Calorie. Grazie al contenuto di Magnesio e si qualifica come ottimo rimedio per combattere irritabilità, nervosismo e stress La Teobromina e la Caffeina presenti nel Cacao hanno la capacità di aumentare il livello di attenzione del cervello, promuovere la concentrazione, la prontezza dei riflessi e di ridurre il senso di stanchezza.

Infine il cioccolato è un eccellente afrodisiaco. E viene chiamato anche “la medicina dell’amore“,