Capelli sani e forti

Il capello è diviso in due parti:

– Il fusto che emerge dal cuoio capelluto composto prevalentemente da una proteina detta cheratina (composta, tra gli altri, da due aminoacidi cistina e lisina contenuti anche in carne e pesce), che gli conferisce le proprietà di resistenza e robustezza.

– La radice (o follicolo pilifero) che è inserita nel derma della cute del cranio e ha al suo interno una cavità, detta papilla, nella quale si insinuano i nervi ed i vasi capillari che portano il nutrimento necessario per assicurare la continua riproduzione delle cellule della matrice che provoca la crescita del capello. Spesso in autunno i capelli tendono a cadere di più perché il follicolo pilifero viene danneggiato dallo stress estivo provocato dalle radiazioni solari.

Principalmente però lo stile di vita e la dieta alimentare sono ottimi strumenti per ottenere una capigliatura sana e folta. I capelli, come anche la pelle, sono lo specchio della salute e assorbono tutto ciò che li circonda (polveri e sostanze inquinanti), riflettono il nostro stato d’animo e i nostri sbalzi d’umore. La pulizia è essenziale per permettere ai capelli di crescere sani, leggeri e vaporosi ma non bisogna abusare di balsami e creme ad uso commerciale né di tinte, phon e piastre. Attenzione che il fumo, la nicotina si deposita a livello cutaneo, danneggiando il capello e favorendone la caduta.

Lo sfoltimento dei capelli è il primo sintomo di malnutrizione. Ma visto che i capelli crescono soltanto di 1,25 centimetri circa al mese e la parte nuova del capello è quella che si trova più vicina allo scalpo, dunque meno visibile, una dieta equilibrata dà i suoi risultati nel medio-lungo termine ed è dunque necessario perseverare nel tempo e scegliere un nuovo e definitivo stile di alimentazione.

Importanti sono:

– le vitamine A (contenute nel tuorlo d’uovo, nel fegato, nei pesci grassi, nelle verdure a foglia verde e nei latticini), E (presente negli oli vegetali come l’olio di girasole, nelle mandorle, nelle nocciole, nei cereali integrali, nel fegato di merluzzo e nel germe di grano, ha un’azione antiossidante, è in grado di contrastare i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento e della caduta dei capelli), B2 (contenuta nelle uova, nelle arachidi, nelle noci, nel germe di grano, nel lievito di birra, nei latticini, nei broccoli e nei fagiolini, regola la secrezione sebacea e favorisce il ricambio cellulare, quindi è adatta in presenza di capelli grassi), B4 (presente nella carne, nei cereali, nel tuorlo d’uovo, nelle patate, nei cavoli e nei pomodori, regola l’attività del follicolo pilifero), B5 (contenuta nel fegato, nelle uova, nelle arachidi, nei funghi e nei broccoli, contribuisce ad aumentare la robustezza e ad accelerare la crescita dei capelli).

– sali minerali come Ferro (indispensabile per l’ossigenazione dei tessuti e del cuoio capelluto, carne rossa, spinaci e frutta secca), Zinco (presente nei fagioli secchi, nella carne e nel pesce, favorisce la crescita fisiologica dei capelli), Zolfo (di cui è ricco il germe di grano, rende i capelli lucidi e soffici), Rame (contribuisce alla formazione della melanina importante per la colorazione dei capelli. Lo si trova negli spinaci, nei crostacei e nelle patate), Selenio (che si trova nel germe di grano, nel lievito di birra, nella carne e nel pesce. Può aiutare in presenza di forfora).

– Effettuare impacchi prima del consueto shampoo: tre tuorli d’uovo, un cucchiaio di olio di oliva extravergine, un cucchiaio di miele 3 gocce di olio essenziale di camomilla. Miscelare gli ingredienti fra loro e distribuire sui capelli lasciando agire almeno 20 minuti, procedere al normale lavaggio con delicatezza usando uno shampoo non aggressivo. La frequenza giusta è in media di due lavaggi la settimana. Attenzione al capello quando è bagnato, è più fragile. Quindi utilizzare l’asciugamano delicatamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *