La frutta Blu/Viola

I fitochimici blu/viola, carichi di antocianine, carotenoidi, beta-carotene e resveratrolo. Si trovano nei frutti e nelle verdure blu/viola, come il lampone blu, il fico scuro, il mirtillo la mora di rovo, la mora di gelso scura, il ribes nero, la prugna, l’uva nera, i radicchi scuri, la melanzana, il peperone viola. I fitochimici più importanti del gruppo sono le antocianine, i carotenoidi, il beta-carotene ed il resveratrolo, tutti accompagnati da abbondante vitamina C, da potassio e magnesio, nonché da molta fibra solubile. Le antocianine svolgono attività antiossidante, diminuiscono la fragilità capillare e l’aggregazione piastrinica. I carotenoidi riducono il rischio di sviluppare tumore, rallentano l’invecchiamento cutaneo e proteggono da ictus e infarto. Il beta-carotene migliora la visione, stimola il sistema immunitario e facilita l’abbronzatura. Il resveratrolo è il fitochimico di più recente scoperta e si trova abbondante nell’uva nera, soprattutto nei vitigni autoctoni (come l’uva baccò friulana). Per le sue spiccate proprietà antiossidanti è in grado di ridurre l’incidenza di infarti e ictus. Nei frutti di bosco e nel radicchio scuro sono contenute le maggiori quantità di vitamina C, che, associata a questi nutraceuti, diventa protettrice di vene, capillari e delle vie urinarie. Buone quantità di potassio sono contenute nel radicchio, nei fichi, nel ribes, nelle more e nelle prugne, il cui consumo è associato a un minor rischio di malattie cardiovascolari e di ipertensione arteriosa. Le melanzane invece sono ricchissime di magnesio e rappresentano le verdure meno caloriche del gruppo. Tutti gli alimenti blu/viola sono caratterizzati da un elevato quantitativo di fibra solubile che regola l’assorbimento dei grassi e degli zuccheri semplici e favorisce lo sviluppo della flora batterica intestinale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *