La Dieta Alcalinizzante fa Bene alla Salute

Chi segue un’alimentazione crudista ha una dieta composta per il 75-100% di cibo crudo, vivo, denso di nutrienti, non cotto e non processato industrialmente. Con queste percentuali, limitando cioè gli alimenti cotti a favore di quelli crudi, il sistema eliminatorio del corpo riesce a disfarsi delle tossine create quando il cibo viene cucinato. Alimentandoti in misura maggiore di cibo cotto, consumi tossine acide più velocemente di quanto il corpo riesca ad eliminare, così queste si accumulano, alterando il delicato equilibrio acido/alcalino, che è la principale causa di aumento di peso e malattie. Sottoporre gli alimenti ad una temperatura superiore ai 48°C provoca una reazione chimica che crea tossine acide, tra cui agenti cancerogeni, mutageni e radicali liberi associati a malattie come diabete, artrite, disturbi cardiaci e cancro. Cuocere i cibi distrugge anche gli enzimi vitali che aiutano la digestione e sono importanti per la salute. In effetti il corpo umano è una specie di batteria alcalina, composta di elettroni. Le reazioni chimiche vitali avvengono solamente quando gli elettroni o l’energia scorrono tra gli atomi. La cottura dei cibi e i processi industriali determinano la perdita di elettroni, ovvero la fonte di energia che il corpo necessita.

I cibi salutari che apportano energia sono detti alcalinizzanti. I cibi dannosi che sottraggono energia sono detti acidificanti o ‘ossidanti’ (ossidato significa bruciato, deteriorato, decaduto). Il tuo corpo è progettato per essere alcalino, come le batterie. Tutte le fonti mediche sono d’accordo nell’affermare che il fattore pH del nostro sangue è uno degli equilibri biochimici più importanti nella chimica del corpo umano. pH significa “potenziale idrogeno” e si riferisce al numero di ioni di idrogeno in una sostanza. Un valore alto significa che una sostanza è più alcalina, cioè assorbe meno ioni di idrogeno. Numeri bassi significano che una sostanza è più acida, minore potenziale di assorbimento dell’idrogeno. Il pH del corpo umano è normalmente appena sotto il valore del neutro o leggermente alcalino. Siccome la scala pH, utilizzata per misurare il grado di acidità, è una scala logaritmica, anche solo una frazione di punto può creare enormi modificazioni nella salute! I processi vitali più importanti nel corpo avvengono solo all’interno di un intervallo di valori di pH molto piccolo. Per esempio, se il pH del corpo scende al limite più basso della scala ammessa (~7.35-7.45), una differenza di 0.10, si più ridurre i livelli di ossigeno nel sangue anche del 300%! Si crede che il livello di pH del nostro corpo sia direttamente influenzato da cosa mangiamo e beviamo. Per questo i cibi che aiutano a mantenere il corpo maggiormente alcalino sono detti alcalinizzanti e vice versa. La maggior parte dei processi in un corpo in salute sono di base alcalina, quindi le persone in salute sono più alcaline. Al contrario, uno stile di vita basato su cibi cotti e processati industrialmente si crede occorra al manifestarsi di malattie. I crudisti solitamente sono vegani, quindi non si nutrono di animali e prodotti di derivazione animale, come formaggio o carne. Consumano solo vegetali crudi, ortaggi e frutta, germogli, noci e semi. Generalmente i crudisti concordano sul fatto che il consumo di cibi crudi aiuti la perdita di peso eccessivo e prevenga e/o curi molte forme di malattie croniche. Molti studi medici hanno mostrato altri risultati positivi per la salute derivanti da una dieta di questo tipo, sebbene possa, quando non praticata in modo corretto, portare ad alcuni problemi. Ovviamente i risultati possono variare in base alle condizioni fisiche di ognuno. (fonte sanibellieinforma)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>