L’avocado

La carne non è più sicura? Il pesce è più grasso di un tempo o contiene mercurio? In un periodo di notizie allarmanti per le nostre abitudini alimentari ecco una notizia confortante giungere dal Giappone: l’avocado non solo fa bene come tanti altri frutti, ma addirittura aiuta il nostro fegato a mantenersi sano. L’avocado è risultato il frutto con maggiore capacità nel rallentare il danno epatico da tossina. Altri frutti sono risultati il cocomero, la papaia, il kiwi, il pompelmo, i fichi e le ciliegie.L’avocado è ricco di grassi monoinsaturi (come l’omega3) che abbassano il colesterolo e contiene molti antiossidanti (cioè sostanze che bloccano il danno da ossigeno) liposolubili.E’ anche ricco di minerali, in particolar modo di potassio (paragonabile in quantità a quello contenuto in tre banane), fosforo, zolfo, magnesio e calcio.E’ ricco di vitamine: A (utile per l a vista), B1 (antinevritica), B2 (per la crescita e il benessere), D, E, K, H, PP ma anche di vitamina C (antiossidanti) e di fibre, che migliorano la funzione intestinale.E’ anche ricco di acido folico, che è necessario assumere in quantità ottimali soprattutto durante il primo trimestre di gravidanza (meglio ancora già da prima del concepimento) per ridurre il rischio di malformazioni a carico del sistema nervoso del bebè.

Ha proprietà aromatiche, digestive e fa bene contro la dissenteria: infatti è un ottimo astringente.

Obesità, anoressia, problemi alimentari e digestivi, disordini.

Per questi motivi aiuterebbe a prevenire le malattie cardiovascolari, l’esaurimento nervoso e alcuni tipi di tumori

Gli Atzechi lo chiamavano il frutto dell’amore. Svolge un ruolo importante anche nella cosmesi tradizionale e moderna

Per il suo contenuto in mucillagini sarebbe adatto a chi soffre di gastrite e di colite, mentre per le proprieta’ antiossidanti puo’ contrastare le rughe e l’invecchiamento precoce. Tutto merito del suo olio, utilizzato in preparazioni cosmetiche e curative anche per le sue qualita’ cicatrizzanti e disinfettanti.

Il suo consumo e’ particolarmente indicato per i bambini, per chi segue una dieta vegetariana, in caso di convalescenza, gravidanza, invecchiamento. 

L’avocado e’ un frutto a sorpresa: per il suo sapore particolare e’ un cibo dolce che esalta le ricette salate. La polpa si puo’ condire con olio, aceto, sale e pepe, oppure spalmarla semplicemente sul pane. Tagliato a dadini arricchisce l’insalata mista.

Maturo puo’ essere conservato per 5 – 7 giorni in frigorifero. Una volta aperto se non viene consumato subito, per evitare che la polpa scurisca spruzzatela con succo di limone fresco.

Per sbucciare un avocado maturo, prendere un coltello affilato e tagliare il frutto per tutta la lunghezza, come se fosse una mela.
Occorre fare attenzione poiché il grosso nocciolo non si taglia e quindi non è possibile affettarlo da parte a parte ma occorre girare con il coltello intorno al nocciolo.
Afferrare le due metà e ruotarle dolcemente in senso opposto. Una volta tolto il nocciolo, estrarre la polpa con un cucchiaino o con un coltello, a seconda di quanto è maturo il frutto. Si può gustare in insalata o in abbinamento a formaggi dolci e/o cremosi.

Prima di acquistarlo verificare se è maturo: il frutto deve risultare morbido ad una leggera pressione delle dita. Se l’avocado è ancora acerbo, per accelerare la maturazione chiuderlo dentro un sacchetto di carta e tenerlo a temperatura ambiente per 3-5 giorni.
Il nocciolo dell’avocado può essere piantato o usare sotto la doccia per massaggi contro la cellulite.

Altre virtù dell’avocado

  • Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer
  • Aiuta a migliorare la depressione
  • Si utilizza nella terapia nutrizionale del paziente con sclerosi multipla
  • Grazie al suo contenuto in Vitamina D, aiuta l’assorbimento di calcio e fosforo, aiutando ad avere ossa e denti più sani e resistenti contro osteoporosi e artrosi
  • Aiuta a diminuire il prurito nelle dermatiti ed altre patologie dermatologiche o allergie della pelle
  • Ha poteri antinfiammatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *