Emicrania e iperacidosi

Si legge dal sito http://www.erboristeriadelborgo.it/index.php

Soffrite di mal di testa ormai da mesi e non riuscite a capire perché?

Forse soffrite di iperacidosi quando si ha un pH urinario inferiore a 5.5, dato che viene evidenziato con una semplice analisi delle urine. L’iperacidosi se protratta a lungo provoca disturbi come il mal di testa cronico, irritabilità, crampi, stanchezza, disturbi all’apparato digerente (stomaco e intestino), diabete, osteoporosi.

L’alimentazione è l’unica soluzione per contrastare questo fenomeno.

Gli alimenti acidificanti sono molti: cereali, legumi, carne, pesce, crostacei, uova, formaggio, zucchero, caffè, alcolici, cipolla, acetosa, porro.

Gli alimenti alcalinizzati, cioè che invece contribuiscono a mantenere stabile il nostro pH sono pochi ma molto importanti: frutta e verdura, acqua naturale.

Comprensibilmente eliminare tutti i cibi acidificanti non è facile ma basterebbe compensare inserendo quotidianamente nella nostra dieta cinque porzioni tra frutta e verdura e due litri d’acqua. Dovremmo inoltre cambiare le nostre abitudini alimentari preferendo a colazione al posto di un cornetto o dei biscotti, una porzione di frutta o del latte di cereali con dei fiocchi di avena. A pranzo alle abbuffate è sempre preferibile dell’insalata oppure un piatto unico (pasta o riso integrali, legumi e verdure cotte). A cena possiamo optare per un piatto unico o per un’abbondante porzione di verdura. Non dimentichiamo l’importanza degli spuntini (meglio se a base di frutta) che ci preservano dalle abbuffate e quindi da una maggiore acidificazione.

A una sana alimentazione va unita la pratica dello sport che aiuta a mantenere stabili tutti i parametri del nostro organismo e quindi anche il pH. Se però il pH è molto basso, saremo stanchi e affaticati e per evitare crampi e recuperare in breve tempo le forze, dovremmo fare inizialmente ricorso a integratori aliemntari naturali alcalinizzanti. Tra le piante consigliate abbiamo l’Ortosiphon, l’Uva ursina, la Betulla meglio se assunte sotto forma di tisane da bere in giornata: queste piante facilitano l’eliminazione delle tossine attraverso le urine.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *