Il radicchio

Il radicchio previene le malattie dell’invecchiamento e ha anche notevoli proprietà depurative, diuretiche, toniche e lassative grazie alla sua particolare composizione.

L’effetto disintossicante e di stimolazione della depurazione dell’organismo dalle tossine (agendo sulle funzioni del fegato) è determinato proprio dal tipico e caratteristico sapore amarognolo di questa verdura. Ha un originale sapore dolce amaro ed è ricco di sostanze utili all’organismo quali i sali minerali potassio, fosforo, sodio, ferro, magnesio, rame, calcio, principi amari, zuccheri, aminoacidi e le vitamine B, C, K e P. Proprio questo ottimo rapporto tra elementi a effetto antiossidante quali l’acido folico, il calcio e il potassio, i principi depurativi e disintossicanti e la presenza dei polifenoli, creano un insieme di benefici che lo rendono un alimento antiossidante, in grado di prevenire l’invecchiamento precoce”.

Ricco di fibre (favolose per la regolazione dell’equilibrio intestinale).

Il calcio e il ferro, hanno proprietà benefiche per il metabolismo delle ossa e per un miglior equilibrio della pressione sanguigna e la presenza di tutti gli altri sali minerali fa del radicchio un alimento utilizzato in caso di demineralizzazione dell’organismo.

Le sostanze amare, poi, stimolano i succhi gastrici che facilitano la digestione, la secrezione della bile e l’eliminazione dell’urina e il buon apporto di cellulosa lo rende un ottimo rimedio per la stitichezza.

Gli zuccheri in esso contenuti, infine, non vengono digeriti dallo stomaco, ma dal colon, quindi, grazie ai suoi principi attivi ed alla sue proprietà antiossidanti, servono a contrastare l’insorgere di tumori in questa parte dell’intestino”.

In antichità era usato come medicamento, soprattutto per curare l’insonnia, infatti, sembra che abbia anche proprietà sedative.

L’inulina una fibra vegetale molto importante contenuta nelle foglie del radicchio  limita l’assorbimento del colesterolo e riduce il rischio di malattie cardiovascolari.

La cellulosa contenuta in tutto il cespo di radicchio, dalle radici alle foglie, aumenta la massa dei prodotti di scarto o scorie favorendo in tal modo la peristalsi intestinale e lo svuotamento dell’intestino, quindi è efficace per combattere la stitichezza.

Le verdure rosse devono il loro colore agli antociani (polifenoli che hanno proprietà antinfiammatorie, antiallergiche ed antivirali), sostanze molto utili al mantenimento della salute dei vasi sanguigni a loro volta implicati nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, in particolare proteggono dalla cardiopatia ischemica.

Inoltre, si tratta di un alimento che ha solo 13 calorie per etto e risulta, pertanto, essere molto utile anche in un regime dietetico ipocalorico e, come tutte le verdure, dà un senso di sazietà precoce”.

Il radicchio rosso è una varietà di cicoria della famiglia delle Composite dal caratteristico sapore amarognolo, di cui si mangiano le foglie.

La consumazione può avvenire sia a cotto, sia a crudo.

Ne esistono numerose varietà, fra le quali ricordiamo:

 Radicchio rosso di Treviso precoce IGP: ha forma allungata, colore rosso brillante con striature bianche. La pezzatura è medio grande e spiccato sapore amaro.

 Radicchio rosso di Treviso tardivo IGP

 Radicchio Variegato di Castelfranco IGP: ha forma globosa, colore bianco crema, foglie variegate di viola-rosso, sapore lievemente amarognolo.

 Radicchio di Chioggia IGP: ha forma globosa, di colore rosso intenso con striature bianche. Ha un sapore più dolce rispetto agli altri tipi.

 Radicchio di Verona IGP: ha forma allungata, di piccola pezzatura, di colore rosso brillante con striature bianche. Il sapore è leggermente amarognolo.

Conservare il radicchio rosso in frigorifero nello scomparto della frutta e verdura. È un ortaggio resistente che si mantiene anche 4-5 giorni. Cotti si mantengono per 2 giorni, in frigorifero, accuratamente coperti. Eliminare le foglie esterne se rovinate. A seconda della preparazione affettare, oppure separare le foglie. Lavare accuratamente sotto acqua corrente ed asciugare con una centrifuga da insalata o tamponare con uno strofinaccio pulito. Il radicchio rosso è ottimo grigliato, alla brace, in padella.

Le radici, seccate e ridotte in polvere o preparate in sciroppi o decotti, servono come digestivo, tonico, depurativo, mentre le foglie messe in infuso o sciroppo vengono impiegate per stimolare le funzioni digestive, per depurare il fegato e facilitare la diuresi; i fiori in infuso hanno la proprieta’ di favorire la secrezione della bile. In cosmesi, il succo viene utilizzato per preparati per la pelle irritata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *