L’ananas

L’ananas appartiene alla famiglia delle Bromeliacee. Spesso questo frutto è stato associato a diete dimagranti o comunque benefiche per la salute del corpo. Contiene in larga parte acqua, come tutti i frutti, per circa il 90%, oltre a zuccheri semplici, calcio, fosforo, potassio, ferro, vitamine A, B e C e Bromelina. Il tutto per un apporto calorico ridottissimo, circa 40 calorie per 100g.

Le virtù terapeutiche dell’ananas sono dovute per lo più alla presenza della Bromelina. Con questo nome vengono identificati due enzimi proteolitici ovvero proteine in grado di degradare altre proteine in aminoacidi. La prima delle due forme è stata individuata all’interno del frutto dell’ananas, mentre la seconda è stata rinvenuta nel gambo. Oggi, a livello di industria farmacologica, quella più utilizzata è quella del gambo, poichè maggiormente concentrata, ma le virtù ed i benefici sono identici. La Bromelina è molto indicata per terapie antiinfiammatorie, soprattuto per stati infiammatori dei tessuti molli associati a traumi. Nel trattamento di queste patologie risulta assai più indicata dei FANS (farmaci antiinfiammatori non steroidei) in quanto riduce di molto il pericolo di eventuali danni gastrointestinali. E’ inoltre nota la sua azione antitrombotica, ipotensiva e la capacità di solubilizzare le placche arterosclerotiche. Come detto, oltre che a livello farmacologico, tale sostanza è presente nel frutto fresco ma viene distrutta dalla cottura.

Altre caratteristiche della Bromelina e dell’ananas in generale, forse più attinenti al campo alimentare, sono la capacità di accelerare il metabolismo, l‘effetto diuretico, digestivo e l’aiuto nei problemi di ritenzione idrica. In casi di digestione difficile, ne è sempre consigliato il consumo, in quanto semplifica la digestione e l’assimilazione delle proteine, in particolar modo quelle della carne.

Aiuta anche a prevenire il gonfiore intestinale, mitigando i sintomi di bruciori e disordini gastrici, specialmente se associato ad altri integratori e/o enzimi per la digestioni di amidi e lipidi. La bromelina inoltre è uno dei componenti maggiormente utilizzati negli integratori e prodotti specifici per combattere la cellulite.

Il consumo eccessivo di ananas e di preparati a base di questo frutto è sconsigliato a chi assume farmaci anticoagulanti, in quanto l’azione dei farmaci potrebbe sommarsi alla naturale attività antiaggregante piastrinica. Da evitare anche per i soggetti con ulcera peptica attiva.

L’ananas non è la panacea di tutti i mali ma, come abbiamo visto, è ricco di sostanze con virtù terapeutiche e sicuramente chi lo mangia può contare su benefici provati scientificamente. Questo frutto possiede proprietà depurative e disintossicanti.

L’ananas, inoltre, contiene principi attivi ad azione fibrinolitica i quali, andando ad agire a livello dei vasi sanguigni, riducono la vasodilatazione e l’eccessiva permeabilità dei capillari, situazioni che possono determinare infiammazioni o dolori localizzati.

Questo frutto svolge un’importante azione anche per il benessere della pelle: contiene sostanze antiossidanti, vitamina A, B, C, betacarotene e manganese, che aiutano a mantenere una pelle luminosa ed a combattere le rughe. 

Contiene anche amminoacidi e proteine e ha proprietà mucolitica,  azione anti-bruciature, proprietà “antitumorale”.

E’ un’ottima “riserva alcalina“.

La vitamina C protegge dai radicali liberi, previene malattie cardiovascolari, aiuta la cicatrizzazione delle ferite, migliora la risposta dell’organismo in caso di raffreddori e influenze, fortifica le difese immunitarie, abbassa il colesterolo e facilita l’assorbimento del ferro.

La vitamina A : facilita l’adattamento alla visione notturna, mantiene la salute e l’elasticità della pelle, dei capelli e delle mucose, aumenta la resistenza alle infezioni e combatte i radicali liberi.

I minerali contenuti nell’ ananas sono: iodio, magnesio, manganese, potassio e calcio .

Il calcio, il fosforo ed il magnesio servono per la costruzione del tessuto osseo, muscolare, nervoso e delle membrane cellulari .

Il cloro, il sodio ed il potassio regolano la pressione dei liquidi dentro e fuori delle cellule e consentono il normale svolgimento delle attività cellulari.

L’ananas è usato nei casi di contusioni, ematomi e in tutti gli stati infiammatori come ad esempio le emorroidi.

Proprietà attribuite alla bromelina dell’ananas:

• Efficacia nelle dispepsie per carenza enzimatica gastrica e pancreatica.

• Azione antinfiammatoria di tipo enzimatico, attività antiedematosa, decongestionante le mucose in caso di flogosi acuta catarrale.

• Immunomodulante.

• Antitrombotica, antiaggregante piastrinica, modulante la coagulazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *