I semi di pompelmo

Le proprietà benefiche dei semi di pompelmo furono scoperte nel 1964 dal dr Jakob Harich, un medico degli USA. Aveva notato che i semi e le bucce di pompelmo, che metteva nel compostatore per ottenere concime organico, impiegavano molto più tempo di tutti gli altri scarti alimentari a decomporsi. Questo evidentemente significava che semi e bucce di pompelmo resistevano molto bene all’attacco dei batteri che aggrediscono gli scarti alimentari. Nei semi di pompelmo si nascondeva una sostanza, la quale sembrava essere piu’ efficace e meno nociva di ogni altro antibiotico conosciuto con molte proprieta’ antibatteriche. Un vero antibiotico naturale che non indebolisce il sistema immunitario, non danneggia la flora batterica, e’ ipoallergenico e senza effetti collaterali. Chi vuole difendersi dal crescente stress della nostra societa’, dai danni provocati da una vita poco naturale e un’alimentazione generalmente poco sana e inquinata dalla presenza di additivi, per chi desidera rinforzare il proprio sistema immunitario indebolito, trovera’ nell’estratto di semi di pompelmo un ottimo rimedio.

Il suo uso per bocca e’ raccomandato soprattutto nella cura delle malattie da raffreddamento e nei disturbi del tratto gastrointestinale, ma puo’ essere utilizzato in forma topica contro moltissimi sintomi: in particolare in caso di malattie della pelle e delle mucose provocate da batteri, virus, funghi, o parassiti l’estratto sembra essere in grado di distruggere agenti patogeni.

Nell’igiene personale previene le infezioni senza infiammare le mucose, puo’ essere inoltre utilizzato anche in casa aggiunto all’acqua per lavare, oppure negli umidificatori, nelle vaschette dei caloriferi per evitare la proliferazione dei germi.

Alcune gocce di estratto di semi di pompelmo nell’acqua per bagnare le piante verdi possono eliminare la muffa nei vasi, oppure mantenere freschi i fiori recisi nel vaso.

Molti esperimenti scientifici ne hanno dimostrato l’efficacia contro oltre 800 tipi diversi di virus, batteri e 100 varietà di funghi e miceti ed inoltre estratto di semi di pompelmo pare essere molto ricco di vitamine C ed E.

Stimolano e rafforzano il sistema immunitario, possono essere usati anche da persone con la pelle molto sensibile, hanno potere antiossidante, e se assunti correttamente non hanno effetti collaterali.

L’estratto, che viene ricavato dalla macinazione dei semi, contiene in prevalenza bioflavonoidi e glucosidi, e la sua efficacia si basa sulla sinergia delle diverse componenti.

I bioflavonoidi sono un gruppo di costituenti chimici che si trovano nella frutta insieme con la vitamina C; hanno diverse proprietà, ma in particolare svolgono azioni coagulanti, emostatiche, antinfiammatorie e antiallergiche, e sono efficaci nel rallentare la formazione dei radicali liberi.

I glucosidi sono un gruppo di sostanze che agiscono direttamente su cuore e fegato, e possiedono importanti effetti antinfettivi.

Una parte di estratto diluita in nove parti d’acqua (per ogni goccia di estratto usate nove gocce d’acqua) si usa per alleviare l’herpes labiale: applicate la soluzione direttamente sul labbro, aiutandovi con un cotton fioc.

In Austria è riconosciuto come un possibile rimedio naturale nelle infezioni da CANDIDA.

In Messico viene impiegato diffusamente contro alcune forme di dissenteria. I preparati a base di pompelmo si impiegano con successo nelle malattie delle unghie, nelle micosi cutanee, nelle vaginiti, nelle gengiviti, ha azione antisettica in presenza di acne.

Le ricerche tossicologiche confermano che gli estratti di Pompelmo semi, essendo assolutamente naturali, non presentano alcuna tossicità, alle dosi consigliate né a breve né a lungo termine.

Cautela nelle donne in gravidanza e allattamento.

2 responses to “I semi di pompelmo

  1. Due anni fa mi è stata fatta una coronorografia con installazione di uno stent.Dato che mi piace il pompelmo ne prendo uno al giorno, lo mangio come un arancio. Francamente non sento nessun disturbo,anzi mi da una certa carica e mi fa stare meglio. Chiedo se ci possono essere delle contr indicazioni, grazie Franco Sgherri

  2. Avevo da più di vent’anni lo PSEUDOMAS AERUGINOSA e grazie all’uso dell’estratto di pompelmo consigliatomi preso 3 volte al giorno 15 gocce dopo un po’ il virus è scomparso o almeno è in letargo e da più di 4 anni non ho più sintomi dovuti alla sua presenza, con la meraviglia dei miei medici.
    L’estratto fa mancare il cibo al virus che piano piano viene debellato o almeno messo in condizione di non nuocere più. Mentre tutti gli antibiotici lo rinforzano divenendo ogni volta inutili. Perciò lo consiglio vivamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *