I semi oleosi

Leggiamo ancora da http://www.erboristeriadelborgo.it/index.php

I semi oleosi sono lo spuntino ideale dopo la frutta fresca, basta consumarli con moderazione: abbassano i livelli di colesterolo cattivo e un innalzamento del colesterolo cattivo;  contribuiscono inoltre a contrastare i radicali liberi.

Nei semi oleosi sono contenute molte sostanze nutrienti come proteine, lipidi, fitosteroli, flavonoidi, fibre, minerali come ferro, calcio, potassio, magnesio, zinco, rame, vitamine liposolubili antiossidanti (vit. A, E, D) e vitamine idrosolubili del gruppo B.

I lipidi dei semi oleosi sono ricchi di acidi grassi monoinsaturi e di acidi grassi polinsaturi a catena lunga della serie omega-3 come l’acido alfa-linolenico; sostanze queste che fanno un gran bene a cuore, arterie e ossa.

I fitosteroli impediscono a colesterolo degli alimenti di derivazione animale di passare nella corrente sanguigna a livello della barriera intestinale.

I flavonoidi (molti nelle mandorle) forniscono un valido supporto contro i radicali liberi.

Ecco qualche consiglio per consumare semi oleosi nella maniera corretta:

-Meglio acquistare i semi oleosi in guscio e non già sgusciati

-Non acquistare noci o semi con il guscio sbiancato o alterato

-Usa un pugno di semi al giorno o da soli o in yogurt, insalate, macedonia: un pugno contiene circa 60/90 calorie

-Non esitare a sostituire di tanto in tanto un piatto di carne o latticini con dei semi oleosi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *