Il Prezzemolo

Il prezzemolo è l´erba aromatica più diffusa.

E´ una pianta biennale che cresce bene anche in vaso.

Le proprietà salutari del Prezzemolo, ben noto in cucina, sono poco conosciute e contaminate da credenze superstiziose.

Le più recenti ricerche hanno confermato, per la radice, sopratutto proprietà aperitive, carminative, digestive, diuretiche, depurative e sudorifere; questa azione è dovuta principalmente a una sostanza flavonica, l’ aposide, ma è soprattutto un efficace regolatore della fase mestruale. I semi contengono una sostanza, l’ apiolo, che eccita le fibre uterine. A dosi elevate i semi, e quindi le loro preparazioni, potrebbero risultare tossici e abortivi e, per questo sospetto, se ne sconsiglia vivamente l’ uso senza la prescrizione del medico. Quindi il prezzemolo ha un azione rilevante contro i disturbi che riguardano l’apparato genito – urinario, è ‘molto nutriente per la regione genitale e rafforzare le vie urinarie.

Mantiene il normale funzionamento delle ghiandole surrenali e della tiroide e ottimizza il funzionamento dei capillari ed arterie.

La sua funzione è attiva principalmente nel sistema circolatorio in quanto è un valido vasodilatatore, come già visto nella vescica, nel fegato, nei reni e nella colonna vertebrale.

Tuttavia il consumo del prezzemolo non è assolutamente consigliato a chi soffre di problemi di irritazione renale e alle donne in gravidanza.

Il prezzemolo è ricco di vitamina C (che oltre alle note proprietà anti infettive e stimolanti i processi di difesa dell’organismo, presenta proprietà antiasteniche, aumentando il tono muscolare e la resistenza alle fatiche), A, calcio, ferro, zolfo, fosforo, rame, magnesio, clorofilla e potassio.

Questo alimento è ottimo contro l’anemia, la stanchezza e la spossatezza cronica o che si può avere dopo una malattia o uno sforzo fisico, come rimineralizzante, in caso di carenze vitaminiche, contro i reumatismi e la gottaper la ritenzione idrica, per regolarizzare la digestione e il transito intestinale, per prevenire flatulenze e fermentazioni, contro le parassitosi intestinali, le infezioni urinarie e le mastiti.

Un cucchiaio di foglie di prezzemolo tritate contiene infatti la stessa quantità di vitamina C di una picco­la arancia (40 mg, pari ai due terzi del fabbisogno giornaliero). La vitamina C potenzia le difese immunitarie dell’ organismo e mantiene la pelle giovane ed elastica. Ma il prezzemolo è anche un’ ottima fonte di betacarotene dall’ azione antiossidante (1414 mcg), di calcio per le ossa (55 mg) e di potassio, è un buon diuretico e regolatore della pressione. In più il prezzemolo, usato in cucina e nell’ alimentazione quotidiana come erba aromatica, ha anche la proprietà di stimolare il metabolismo e fluidificare il sangue.

Il prezzemolo fa quindi bene alla linea e al cuore.

E’ meglio usarlo crudo o appena scottato: la vitamina C contenuta nel prezzemolo, viene in parte distrutta dal calore.

Contribuisce a tenere in buona salute i capelli e le unghie, masticandolo rinfresca l’alito, migliora la pelle in generale dandogli elasticità e tonicità, calma la tosse per le sue proprietà carminative.

La polpa delle foglie, mescolata con olio e sale, calma prontamente il mal di denti, applicata direttamente nella cavità del dente o nell’ orecchio corrispondente alla parte dolorante; la polpa delle foglie applicata sulle mammelle, a condizione che non siano infiammate, fa regredire il latte delle nutrici.

Le foglie pestate si impiegano, per uso esterno, contro le punture delle api e delle vespe e contro le contusioni.

Le radici sono spesso usate per stimolare la diuresi.

Per coloro che mangiano un sacco di carne, un succo di verdure con il prezzemolo non dovrebbe mancare nella vostra dieta, in quanto questo ortaggio aiuta inoltre ad eliminare l’acido urico prodotto dalla digestione.

Va usato a piccole dosi

L’infuso di prezzemolo viene ancor oggi usato come ottimo decongestionante oculare nelle congiuntiviti e come schiarente per il viso e nella couperose applicando (sotto forma di impacco) il liquido sulle zone interessate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *