La stanchezza cronica

Capita, soprattutto in alcuni periodi, di sentirsi particolarmente affaticati e debilitati, pur non avendo in apparenza alcun problema di salute. I motivi possono essere diversi, il più delle volte si tratta di un fenomeno passeggero, e allora è sufficiente concedersi un bel riposo, ma quando il disturbo si protrae per diversi mesi, allora si può parlare di stanchezza cronica, una patologia che colpisce circa 300 mila italiani e per lo più giovani.

In alcuni casi, la spossatezza può essere la spia di un’infezione in corso alle vie urinarie. In questo senso, è utile verificare se, quando urinate, avvertite un dolore accompagnato da una sensazione di bruciore. In questo caso, basta sottoporsi ad un esame delle urine per chiarire la situazione.

Ma i motivi per cui ci si sente con le pile scariche possono essere molti, anche l’alimentazione può giocare un ruolo decisivo, per quanto si tenda a sottovalutare la sua importanza. Quando si mangia troppo poco, infatti, o si sta seguendo una dieta particolarmente restrittiva, si rischia di sovraffaticare l’organismo.

Anche le intolleranze alimentari possono provocare astenia. In questo è meglio rivolgersi al proprio medico di famiglia, che potrebbe consigliarvi di correggere la vostra alimentazione o sottoporvi ad analisi ad hoc.

Attenzione a non esagerare col caffè, che è un ottimo antiossidante naturale, ma un’overdose di caffeina aumenta la sensazione di debolezza e di astenia.

La spossatezza, però, può essere anche uno dei campanelli di allarme dell’ipotiroidismo, ovvero quando la tiroide lavoro poco. Non si tratta di una cosa preoccupante, l’importante è diagnosticarla con precisione, in modo tale da trattarla in modo adeguato.

Anche il russamento notturno può essere una delle cause per cui ci sentiamo sempre assonnate, e non facciamo altro che sbadigliare. Un problema serio non solo per chi russa, ma anche per chi dorme insieme e non riesce a riposare adeguatamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *