Il pisolino pomeridiano

Una ricerca americana ha dimostrato che il classico pisolino pomeridiano è proprio quello che ci vuole dopo pranzo per tornare freschi e attivi come al mattino, al punto che moltissime aziende stanno considerando la possibilità di costruire zone di riposo. Sembra un’idea folle eppure a quanto pare funziona! Ci sono persone che necessitano di un riposo a metà giornata altrimenti si ritrovano stanche ancora prima del termine dell’orario di lavoro. Come fare dunque per proseguire nel migliore dei modi la serata? Per 9 su 10 la risposta è un sonno pomeridiano di 30-60 minuti. Tuttavia in alcuni casi è l’idea di prendere sonno che proprio non attira. Risulta infatti difficile prendere sonno in zone diverse dal proprio letto e in molti casi la difficoltà è proprio quella di addormentarsi. Ma gli esperti rassicurano: è solo un fatto di abitudine. Più si seguono certi ritmi, più sarà facile adattarsi. Il pisolino permette di eliminare molte tossine che altrimenti non andrebbero smaltite. Al risveglio ci si sente dunque molto più freschi e leggeri ed anche il rendimento al lavoro migliora. É la soluzione ideale perfino per gli studenti in quanto il sonno aiuta ad elaborare i dati raccolti durante il giorno organizzando al meglio la memoria. In questo modo al risveglio sarà favorita l’attenzione e la concentrazione. Anche d’estate, durante le vacanze, il pisolino da i suoi risultati, infatti contribuisce ad abbassare la temperatura corporea aiutando a sopportare meglio il caldo. Ma anche un rimedio così semplice e naturale ha le sue controindicazioni. Infatti gli esperti raccomandano di non dormire più di 60 minuti, altrimenti si rischia di svegliarsi peggio di prima. Prima di dormire è necessario mangiare leggero e senza alcol in quanto questi due fattori ritardano il sonno e acuiscono l’intorpidimento post-risveglio. Inoltre la temperatura deve essere tra i 17 ed i 21 gradi e ci deve essere buio totale. Niente abiti attillati che inducono segnali di veglia al cervello. Nulla deve quindi disturbare il sonno ed è importante assumere la posizione più comoda possibile. Quando dopo 30-60 minuti uscirete dal mondo dei sogni, bevete un buon caffè ma muovetevi con calma: servono infatti pochi minuti per rimettersi in sesto in modo da muoversi con leggerezza nel mondo reale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *