Il manganese

Attivatore di numerosi enzimi, il manganese è coinvolto nel metabolismo di proteine e zuccheri, è necessario per il normale sviluppo osseo e favorisce l’efficienza muscolare.

Il manganese si trova in discrete quantità nei cibi come cereali, nella frutta secca, nelle verdure a foglia verde e nel tè, in quantità minori negli ortaggi. il manganese è scarso negli alimenti di origine animale.

L’assunzione quotidiana di manganese può variare dai 2 ai 5 mg per gli adulti, mentre per i bambini si passa da dosi di 1,5 mg per la fascia 1-3 anni a dosi di 2,5 mg per la fascia 7-10 anni.

Una carenza di manganese può compromettere la tolleranza al glucosio, che si manifesta con l’incapacità di eliminare gli eccessi di zucchero nel sangue (potenziale causa di diabete).

Questo minerale rafforza le ossa e ha un ruolo nella sintesi di acidi grassi e colesterolo, mantiene i livelli di zucchero nel sangue e normalizza le funzioni della tiroide. Ma è anche utile nella protezione delle cellule dai radicali liberi. Insomma, è fondamentale nella nostra dieta.

La razione giornaliera raccomandata è 1,8 milligrammi e la sua carenza a lungo termine può provocare spiacevoli effetti sul corpo come capogiri, eruzioni cutanee, perdita di colorazione ai capelli , nausea e difficoltà del sistema riproduttivo.

Ecco l’elenco dei cibi che ne contengono di più: Ananas, Lamponi, Riso scuro, Ceci, Tofu, Cavolo, Spinaci, Noci di macadamia, Anacardi, Mandorle. (fonte sanisapori.ejarvis.eu)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *