Congelare i cibi?

Per molti italiani la surgelazione e congelazione sono una cosa sola. In realtà si tratta di due metodi di conservazione diversi. La surgelazione è un procedimento essenzialmente industriale , in quanto richiede temperature molto basse, difficili da raggiungere con un elettrodomestico casalingo. La congelazione , invece, avviene a temperature più alte. Quando mettiamo qualcosa nel freezer , si sta congelando. Come i prodotti freschi , ogni alimento ha tempi di conservazione diversi , che dipendono anche dal tipo elettrodomestico utilizzato : il freezer sopra il frigorifero o un vero e proprio congelatore ( dove si possono raggiungere temperature da -18 a -25 gradi , allungando i tempi di conservazione). Una buona regola da seguire per una buona congelazione è quella di utilizzare solo alimenti freschi , perfettamente integri e di stagione. Per conservare meglio i cibi e gli alimenti si devono usare degli appositi contenitori. In generale le vaschette di alluminio sono ideali per congelare cibi acquosi , come frutta e verdura cotta. Devono essere sempre chiusi da un foglio di alluminio ben fissato al bordo. Per i liquidi vanno bene i vasi invetro: con spessore molto consistente e non vanno riempiti sino all’orlo. Di fondamentale importanza è l’etichettatura : si deve indicare la data di preparazione , il contenuto ed eventualmente la quantità del prodotto. In commercio esistono vari tipi di congelatore . Per scegliere il tipo più adatto occorre controllare il numero di stellette apposte sull’apparecchio. Ognune di queste indica che la temperature scende di -6 ° C : dunque , se nel comparto freezer del frigorifero ce ne sono tre , significa che al suo interno ci sono -18° C , è il freezer più adatto alla conservazione dei cibi surgelati. (fonte oknotizie.virgilio.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *