Mirtillo. Toccasana per apparato digerente e vista

Il mirtillo ha proprietà benefiche per il nostro corpo in quanto contiene tannini, vitamina A e vitamina C, utile per stimolare le difese immunitarie, specialmente per prevenire e combattere l’influenza del periodo invernale. Ciò anche grazie alle sue proprietà antisettiche e vermifughe.

Grazie agli acidi organici che contiene svolge un’azione tonificante per quanto riguarda l’apparato digerente, contiene anche pectina, e in non massiccia quantità la vitamina B. Il mirtillo è però ricco pure di polifenoli, che rappresentano la parte rilevante dei principi attivi di questo frutto, in grado di svolgere anche un’azione antiulcera.

Il mirtillo è utile in qualità di astringente, ossia quale nostro alleato contro la diarrea. Riduce la flautolenza,  poiché questo frutto ha anche proprietà antinfiammatorie. Essendo, poi, anche un ottimo rinfrescante e calmante per il tratto dello stomaco.

Il mirtillo, inoltre, svolge una funzione importantissima contro la pesantezza delle gambe, poiché svolge una funzione rilevante contro i disturbi circolatori, favorendo la circolazione periferica del sangue.

Molto importante, e da sottolineare, l’azione vantaggiosa che il mirtillo sviluppa per la vista. Favorisce la riproduzione della rodopsina, sostanza che migliora la visione con luminosità limitata, come quella notturna. E’ da, notare, inoltre, che l’azione benefica del mirtillo sull’apparato visivo si estende anche alla protezione degli altri componenti dell’occhio, come la retina ad esempio.

Importante evidenziare che il mirtillo può favorire la formazione di calcoli renali da fosfati di calcio e da ossalati, perciò è consigliabile per chi soffre di calcoli ai reni un consumo controllato (fonte oknotizie.virgilio.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *