CURRY: POTENTI EFFETTI SULLA SALUTE

Il curry avrebbe proprietà benefiche sulla salute degli individui che ne fanno uso, contribuendo a prevenire diverse malattie.

Una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Journal of Clinical Investigation ha reso noto che il curcumino possiede effetti benefici sulla salute del cuore, nella prevenzione di infarti e scompensi cardiaci grazie alla sua azione antiossidante ed anti-infiammatoria. Ma gli effetti sono molteplici.

Il curcumino (o curcumina) è un polifenolo responsabile del colore giallo di questa spezia così amata dalla cucina dell’Asia e costituirebbe un alleato prezioso per una lunga vita.

La ricerca effettuata presso l’University of Pennsylvania ha confermato che cucinare con il curry apporterebbe notevoli benefici non solo al cuore, ma anche nella lotta contro il cancro, proprio come era stato già scoperto per l’ aglio, il peperoncino, lo zafferano e lo zenzero.

Il curcumino riuscirebbe infatti a rigenerare i tessuti, contribuendo a favorire l’elasticità epidermica. Inoltre, nella lunga lista delle proprietà benefiche, sono annoverati anche effetti sulle reumatiti, sulla fibrosi cistica, psoriasi,pancreatite, sulle infiammazioni e sulle malattie degenerative, come Alzheimer e Parkinson, poiché riuscirebbe a prevenire l’ accumulo e la diffusione delle placche di proteine amiloidi, tra i motivi dell’ insorgenza della malattia.

Quanto sarebbe meglio mangiarne?

Secondo il professor Murali Doraiswamy della Duke University in North Carolina (Usa) dovremmo mangiare piatti a base di curry circa 1-2 volte la settimana. Ma non tutti concordano con questi quantitativi. Rebecca Wood dell’Alzheimer’s Research Trust britannico ha dichiarato che bisognerebbe mangiare molto curry, oltre 100 grammi di curcuma, per assumere una dose clinicamente significativa.

Il dibattito è aperto e si richiede una certa cautela nel trasporre i risultati ottenuti sugli animali all’uomo. Di certo vi sono le ricerche che riportano come le popolazioni indiane mostrano un’incidenza particolarmente bassa della malattia diAlzheimer.

Oggi il curry è tra le spezie tra le più utilizzate nella cucina asiatica, ma sta sempre più prendendo piede anche sulle nostre tavole.

Ciò consentirà di unire ai profumi dei piatti tradizionali italiani una nota in più…al sapore della salute.

FONTE: /blog.iwatson.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *