Un Consumo Medio di 150g di Frutti di Bosco al giorno, protegge le Funzioni del Fegato e previene le Disfunzioni Metaboliche

Un Consumo Medio Giornaliero superiore a 150g di Frutti di Bosco, protegge le Funzioni del Fegato e previene l’insorgere di Disfunzioni Metaboliche

I frutti di bosco sono una categoria di frutta che si sviluppa nel particolare clima umido del sottobosco 

Mirtilli, lamponi, fragoline di bosco, ribes, uva spina e frutti di bosco in generale non sono soltanto una delizia per il palato ed un concentrato di antiossidanti, sono anche un potentissimo scudo contro le malattie metaboliche.

Uno studio dell’Università di Turku ha analizzato gli effetti dei frutti di bosco sulla salute del fegato, per la cura di una malattia epatica non alcolica. Per condurre l’analisi i ricercatori hanno chiesto a 31 donne di modificare la propria dieta, introducendo barretta a base di mirtillo, bacche di olivello spinoso e ribes nero al posto dei comuni snack.

Le analisi hanno evidenziato che il consumo di frutti di bosco ha ridotto significativamente la presenza dell’enzima alanina amino transferasi, marcatore della malattia metabolica di riferimento.

Dalla ricerca è emerso che un consumo medio giornaliero superiore a 150 grammi di frutti di bosco, protegge le funzioni del fegato e previene l’insorgere di disfunzioni metaboliche. (fonte sanisapori.ejarvis.eu)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *