Noni, il frutto del benessere

Per rinforzare le difese e affrontare la vita con straordinario vigore ecco il Noni, un sempreverde polinesiano che racchiude l’elisir di lunga vita.

Un frutto che arriva da molto lontano, dall’area del Pacifico meridionale.  Si chiama Noni o Morinda Citrifolia. Per le sue proprietà il Noni è considerato una pianta sacra dai guaritori polinesiani che, per oltre 2000 anni, hanno utilizzato a scopo curativo tuta la pianta: foglie, radici, corteccia, fiori e frutti. I suoi due nomi tradizionali sono “pianta che calma il dolore” e “pianta per il mal di testa”.

I guaritori Hawaiani generalmente preparavano tonici a base di Noni per curare il diabete, dolori gastrointestinali (specialmente la diarrea infantile, la stitichezza ed i parassiti intestinali), indigestione, infiammazione cutanea, infezioni, afte, febbre, contusioni, distorsioni, punture, ustioni ed avvelenamenti, nonché come purgante.

Il frutto presenta notevole asprezza ed un odore poco attraente ma costituisce la parte più preziosa della pianta, è un concentrato di molecole attive ad elevata azione benefica. Le principali molecole attive del Noni sono: aminoacidi, vitamine, oligoelementi, enzimi, minerali, alcaloidi benefici, co-fattori e steroli, oltre ad altre molecole bioattive dotate di un’azione metabolica.

Proprietà e principi attivi

Il Noni inoltre contiene un principio attivo, la proxeronina, utile alla produzione di un enzima, la xeronina, sostanza determinante nell’attivazione degli enzime e nel corretto funzionamento di alcune specifiche proteine in grado di regolare tiroide, timo e sistema immunitario. La xeronina è prodotta fisiologicamente dal nostro organismo, ma con l’età o a seguito di traumi, malattie e stress la sua produzione diminuisce, spesso anche azzerandosi. La xeronina è fondamentale nei processi di sintesi delle proteine, del metabolismo in generale e del rinnovamento cellulare; è dotata di attività stimolatoria sul rilascio di endorfine e conseguentemente in grado di conferire una sensazione di benessere.
La vera ricchezza del Noni sta nell’azione sinergica di tutti i suoi componenti che agiscono con i nutrienti apportati dal succo (carboidrati, vitamine e sali minerali), amplificando gli effetti positivi sul nostro organismo.
I benefici che il Noni apporta sono davvero importanti: rinforza il sistema immunitario, attiva gli “ormoni del benessere”, allevia il dolore nelle sue varie manifestazioni, migliora la qualità del sonno, regola la pressione arteriosa, incrementa l’energia fisica e la lucidità mentale, riduce stress e affaticamento.
Non solo: rigenera le cellule e fornisce al nostro corpo gli antiossidanti utili per combattere l’invecchiamento e i radicali liberi. E’ infine utile al raggiungimento di una migliore forma fisica, perché drena i liquidi in eccesso.


Modalità assunzione

Il Noni è disponibile in capsule e compresse e come succo derivante dalla spremitura del frutto. Questa è la forma più diffusa e utilizzata fortunatamente mescolata con piccole quantità di succhi di altri frutti in modo da coprire l’aroma non piacevole. Si consiglia di assumere il succo in qualsiasi momento della giornata ma preferibilmente a stomaco vuoto, cioè o 2-3 ore dopo aver mangiato o almeno 30 minuti prima, agitando bene il succo eventualmente diluito con piccolissime quantità di acqua o di altro succo di frutta. Non va mai assunto con latte, caffè, thè nero, alcool e farmaci.

(fonte www.naturaemente.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *