Colesterolo Buono e Colesterolo Cattivo: ecco come Capirne le Differenze

Colesterolo buono e cattivo. Molto spesso sentiamo parlare di questi termini, ma sappiamo davvero cosa significa? 

Ecco a voi una breve spiegazione che vi aiuta a capirne un po’ di più sull’argomento.

Quando si sente parlare di colesterolo, si intende il complesso di lipoproteine contenute in un determinato alimento. La proteina che avvolge i grassi, però, non è sempre la stessa.

Le LDL sono una classe di lipoproteine a bassa densità, che rivestono il colesterolo diretto dal fegato agli organi e ai tessuti. Se il colesterolo non viene prelevato, le LDL restano nel circolo ematico; in questo caso, a causa dell’ossidazione dei radicali liberi, è possibile che subiscano delle alterazioni alle quali segue una reazione infiammatoria che è all’origine della placca ateromatosa. Le LDL vengono chiamate colesterolo cattivo.

Le HDL sono lipoproteine ad alta intensità che rivestono il colesterolo che va dai tessuti al fegato, dove verrà smaltito. Le HDL vengono chiamate colesterolo buono.

Per chi non lo sapesse, le lipoproteine sono particelle microscopiche di forma sferica che circolano nel sangue formate da grassi (colesterolo e trigliceridi) e proteine. Questi composti si possono suddividere in 5 grandi classi: CHILOMICRONI, VLDL, IDL, LDL, HDL, che ne riflettono la diversa composizione relativamente alla loro densità.

I grassi non si sciolgono nel sangue, perché questo è costituito per il 55% di acqua, e vengono quindi trasportati dalle “Lipoproteine”, che al pari di una calamita hanno una doppia polarità: all’esterno, si trova la loro parte che ha affinità con l’acqua (idrofila), e che permette al composto di restare disciolto nel sangue, mentre all’interno vi è la parte lipofila, che ha affinità per i grassi (colesterolo e trigliceridi). (fonte oknotizie.virgilio.it)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>