La Natura in Soccorso dei Capelli

Grazie alle vitamine della verdura e della frutta, dei semi e degli oli vegetali; scopri i massaggi, gli impacchi e i trattamenti ideali per i tuoi capelli

Non è solo l’atmosfera inquinata cui sono esposti quotidianamente i capelli a comprometterne la bellezza e la vitalità: anche i prodotti che vengono applicati per costringerli in piega “li soffocano”, le tinture e gli acidi delle permanenti li sfibrano. Per conservare una chioma sana, folta e lucente, bisogna intervenire sul cuoio capelluto e sulla struttura del capello con un’adeguata integrazione vitaminica.

I capelli soffrono se non sono ben nutriti

I capelli riflettono lo stato di salute dell’organismo. Problemi come forfora, dermatite seborroica, fragilità, vanno letti non solo come una problematica locale, ma inquadrati all’interno della situazione di benessere generale. In questi casi è inutile effettuare trattamenti locali, se non si attua una correzione dei deficit di sostanze nutrienti. Anche la presenza di forfora o di dermatite seborroica può essere aggravata da una dieta sbagliata: per prima cosa, è fondamentale ridurre i grassi animali (burro, strutto) e i latticini (formaggi, yogurt, gelati).

Con il miglio non cadono più

L’alimentazione “amica dei capelli” richiede quote sufficienti di tutte le vitamine, in particolare A e gruppo B, tra cui l’acido pantotenico, il PABA, la biotina, la vitamina B6, da associare a minerali come il ferro, lo zinco e il selenio. Un cereale rinforzante che li contiene tutti, da consumare due volte la settimana, cucinandolo come un normale risotto è il miglio: è un toccasana anche quando i capelli sono sfibrati a seguito di permanenti o tinture. In questi casi al cereale può essere abbinata anche una integrazione di olio di miglio in perle (in farmacia o in erboristeria), una al dì per cicli di un mese.

La strategia giusta in 3 mosse

Il massaggio

Ogni mattina e ogni sera ricorda di massaggiare per 2-3 minuti il cuoio capelluto per favorire la circolazione e l’ossigenazione dei follicoli.

L’impacco

Applica una volta la settimana un impacco nutriente (vedi le ricette sotto) per rinforzare la struttura dei capelli.

Il taglio e il “riposo”

Ogni due mesi andrebbero tagliate le punte rovinate e sfibrate. Inoltre, si dovrebbero sospendere per un mese i trattamenti come decolorazioni, tinte e permanenti con ammoniaca: in questo modo i capelli si “riposano” e si rinforzano.

L’avocado se sono secchi

La chioma è spenta, senza vita e il fusto del capello termina con sgradevoli doppie punte? Il problema dei capelli secchi si può risolvere con un impacco nutritivo a base di avocado, un frutto esotico ricco di grassi indispensabili per conservare l’idratazione e l’elasticità dei tessuti.

Come fare: Schiaccia con una forchetta la polpa di un avocado maturo e applicala sui capelli. Avvolgi la testa nella pellicola trasparente e lascia agire la maschera per circa un’ora. Per potenziare l’effetto nutriente, si può aggiungere all’avocado qualche goccia di olio di ricino. Ripeti il trattamento 2 volte la settimana.

Mele e limone per quelli grassi

I capelli sono unti e lucidi, si sporcano facilmente. E più li laviamo, più si appesantiscono. In questo caso, ci sono un paio di interventi efficaci e semplici, da mettere in pratica per almeno un mese.

Prima dello shampoo: Frulla 2 mele acerbe insieme al succo di mezzo limone e friziona con il liquido tutto il cuoio capelluto. Lascia in posa per dieci minuti.

Il lavaggio giusto: Per combattere l’eccessiva produzione di sebo, dopo la frizione di mele e limone utilizza uno shampoo con estratti di ortica e crescione, ad azione seboregolatrice. Lo trovi in farmacia o in erboristeria.

In più, associa il macerato depurativo: Gli estratti di betulla svolgono un’azione disintossicante e depurativa: se la seborrea si accompagna alla forfora e alla pelle impura, può essere utile una cura con il macerato glicemico di betulla (Betulla verrucosa 1 DH) 50 gocce al giorno per qualche settimana, come trattamento di drenaggio.

Il tuorlo quando sono tinti o trattati

Colorazione e decolorazioni sfibrano i capelli, rendendoli opachi e fragili. Per restituire corpo e luminosità resta imbattibile un vecchio rimedio: l’impacco all’uovo.

Come si prepara: Miscela 2 tuorli d’uovo freschi, un cucchiaio di miele, 2 cucchiaini di olio d’oliva e 3 gocce di olio essenziale di camomilla. Distribuisci la miscela su tutta la lunghezza dei capelli. Lascia agire per mezz’ora e poi rimuovi con uno shampoo delicato. Aggiungi all’ultimo risciacquo un cucchiaio di aceto di mele, che lucida e rivitalizza.

Per tutti i capelli

Meno latticini, più semi e verdure per rinforzarli

Se i tuoi capelli sono “sofferenti”, verifica se nella tua dieta se non vi sia una eccessiva assunzione di latticini, carne e salumi. Aumenta invece l’apporto di frutta e verdura fresca e di semi oleosi (noci, mandorle, sesamo, girasole), ricchi di acidi grassi essenziali.

Ginepro e lavanda stimolano la crescita

Oltre alla dieta, associa un trattamento rinforzante: in un cucchiaio di olio extravergine di oliva miscela 2 gocce di olio essenziale di ginepro, 2 di olio di bergamotto e 2 gocce di olio di lavanda. Applica con i polpastrelli un po’ della miscela sul cuoio capelluto, massaggiando delicatamente. Aspetta mezz’ora prima di lavare i capelli. (fonte riza.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *