Le Cipolle di Tropea sgrassano Vene e Arterie, combattono Stipsi, riducono il Colesterolo

Le cipolle, tra gli ortaggi più consumati al mondo, sono un vero concentrato di sostanze amiche della salute e della linea. Sono depurative e diuretiche, grazie al contenuto di acqua e minerali (potassio, magnesio, zolfo e altri). Apportano poi solforati di cromo, che aiutano a regolare i livelli di zuccheri nel sangue, svolgendo così un’attività preventiva nei confronti del diabete e contrastando anche formazione e accumulo di adipe. Le cipolle aiutano la digestione, grazie al contenuto di enzimi, e sono anti stipsi.

Tra le varietà più salutari ci sono le cipolle rosse, tra le quali troviamo, in Italia, la cipolla di Tropea: coltivata in Calabria, è caratterizzata dal sapore dolce e dalla consistenza tenera, qualità che la rendono ideale per il consumo a crudo. Un recente studio condotto presso l’Università di Hong Kong ha dimostrato che una dieta a base di cipolle rosse sarebbe in grado, in otto settimane, di ridurre del 20 per cento i livelli ematici di colesterolo “cattivo”, spesso elevati nelle persone in sovrappeso o in chi segue una dieta sbilanciata, ricca di grassi e zuccheri. Il merito di tale attività anticolesterolo sarebbe di alcune sostante chiamate “titoli”, veri spazzini di vene e arterie.

Ideale un piatto unico da consumare almeno due volte alla settimana, una insalata che sazia con poche calorie, apporta sostanze diuretiche e depurative e appaga il palato.

Le cipolle di Tropea sono ideali da mangiare crude, perché sono dolci, tenere, poco piccanti e rinfrescanti. Aggiungi le cipolle rosse tagliate fini alle tue insalate; con l’arrivo del caldo puoi abbinarle a pomodori, cetrioli e olive nere, facendo incetta di sali minerali drenanti e grassi buoni. (fonte /www.mondobenessereblog.com)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>