Daily Archives: giugno 30, 2011

Calcio e Vitamina D contro il Melanoma

È uno degli argomenti, il melanoma, che in estate acquista sempre maggiore eco per via dell’esposizione al sole e del fantasma del cancro alla pelle che ci terrorizza. Una nuova ricerca pubblicata sulla rivista Journal of Clinical Oncology ha stabilito che integrando le quantità giornaliere di calcio e vitamina D si può raggiungere addirittura il 57% di rischio in meno di soffrire di melanoma.

La principale via di prevenzione tuttavia rimane sempre l’esposizione limitata nel tempo e con le adeguate protezioni che non ci si stancherà mai di ripetere sono essenziali non tanto per evitare le scottature quanto per prevenire problemi ben più gravi e a lungo termine. I raggi UV infatti sono considerati il principale responsabile dell’insorgere di cancro alla pelle.

La ricerca ha analizzato in particolare la pelle delle donne, superando addirittura le 35000 partecipanti allo studio. La metà di esse ha assunto integratori specifici di calcio e vitamina, le altre delle pillole placebo. I risultati sono stati positivi, perché l’assunzione di calcio e vitamina D ha ridotto effettivamente l’incidenza del cancro alla pelle in uno dei gruppi a rischio, cioè le donne che avevano già sofferto di carcinoma. (fonte www.benessereblog.it)

Fragole, Elisir di lunga Vita

Buone, afrodisiache e, a quanto pare, anche molto sane, almeno per chi non è allergico. Sono le fragole, frutto rosso per eccellenza che oltre ad fresco, idratante e poco calorico – è un toccasana per la nostra salute grazie al suo alto contenuto di antiossidanti e  flavonoidi, che aiutano a prevenire malattie gravi, come cancro, diabete e patologie coronariche e malattie dell’invecchiamento.

Secondo un esperimento effettuato su 12 volontari sani da un team di ricercatori delle Università Politecnica delle Marche e di Granada (Spagna), se si mangia mezzo kg di fragole al giorno (che corrispondono a due coppe da macedonia abbondanti) si riesce a combattere l’azione dei radicali liberi e si mantiene l’organismo in salute e giovane.

Abbiamo dimostrato che alcune varietà di fragole eritrociti – ha detto Maurizio Battino, autore dello studio – rendono più resistenti allo stress ossidativo. Questo fatto potrebbe essere di grande importanza se si tiene conto che il fenomeno può portare a gravi malattie“.

Insomma, per una volta un cibo buono e apprezzato da tutti è anche sano! Via libera quindi a macedonie, gelati a base di fragola, marmellate e composte, topping e salse a base di fragole, meglio ancora se coltivate nel nostro giardino. (fonte greenme.it)

Frullato di Uva e Melone

Il frullato di uva e melone è un ottimo integratore per l’estate, ricca di frutti rinfrescanti e gustosi proprio come il melone e la prima uva bianca. Un eccezionale mix in grado di eliminare le scorie e di ricaricare le energie.

Il melone o cocomero, come dir si voglia, è un frutto ricco di acqua e di vitamine, A (sotto forma di carotenoidi), C, preziose alleate della nostra pelle, perché rallentano i processi di invecchiamento cellulare, e aiutano a drenare le tossine, la causa numero 1 della tanto temuta cellulite. Il melone, inoltre, è una miniera di sali minerali quali potassio, ferro e manganese, particolarmente utili in questo periodo dell’anno, quando a causa dell’eccessiva calura siamo a rischio disidratazione. E’ un frutto indicato anche per chi è a dieta, visto il suo bassissimo apporto calorico (33 calorie per 100 grammi di polpa).

Anche l’uva è una buona fonte di potassio, calcio, con un buon contenuto di vitamine. Questo frutto è ricco di zuccheri, soprattutto fruttosio e glucosio, perciò è sconsigliato per i soggetti diabetici e per chi è a dieta va mangiata con moderazione. L’uva è estremamente digeribile, e svolge anche un’azione diuretica, in modo particolare quella bianca. E’ inutile dire che è ricca di antiossidanti, ed è molto rinfrescante.

Dopo aver eliminato i semi, centrifugate 200 g di uva bianca di provenienza biologica. Mettete nel mixer 200 g di melone maturo a dadini, aggiungete il succo d’uva e frullate il tutto finché non ottenete un composto schiumoso. Servite freddo e gustalo per tutto il mese 2 volte al giorno, lontano dai pasti.

Inoltre, se aggiungete al frullato di uva e melone, 20-30 gocce di tintura madre di meliloto, che potete facilmente acquistare in erboristeria, favorirete la digestione. Questa pianta dai fiori gialli, infatti, è un buon tonico digestivo e placa anche la cefalea e l’insonnia. (fonte www.dietaland.com)

La Frutta a Pranzo e a Cena per difendersi dal Caldo

La frutta, assunta a pranzo e a cena, consente di difendersi dal caldo di questa stagione appena iniziata. Infatti, l’eccessiva calura provoca surriscaldamento e di conseguenza sudorazione, che si può aggravare e sfociare in disidratazione. Per evitare una perdita di liquidi esagerata, con tutte le conseguenze che ne derivano occorre aiutarsi anche con l’alimentazione, oltre che prendere una serie di precauzioni.

La frutta, come alimento principale dell’alimentazione, aiuta a prevenire i disturbi causati dal caldo. La maggior parte degli italiani (circa 20 milioni) assume la frutta, regolarmente, sia a pranzo che a cena. Questa semplicissima regola è stata suggerita e sottolineata anche dalla Coldiretti nel decalogo del ministero della Salute. Anche l’associazione afferma che mangiare frutta e cibi freschi, contenenti acqua, vitamine, e sali minerali, aiuta a combattere l’eccessiva sudorazione.
 
Mentre, in questa stagione, è necessario evitare gli alimenti pesanti, come i fritti, i grassi, quelli troppo conditi e salati, le bevande alcoliche, e ghiacciate, e anche il caffè. Per quanto riguarda le bibite gassate e fredde, l’attenzione è d’obbligo per prevenire problemi alla digestione e all’apparato digerente. Insomma con semplici precauzioni ci si può difendere dal caldo, dall’eccessiva sudorazione e quindi dalla disidratazione. (fonte www.tantasalute.it)