Oli Vegetali, alleati naturali del Corpo

Proteggono la mucosa intestinale, forniscono vitamine e preziosi acidi grassi essenziali, contengono molti antiossidanti: scorpri le virtù degli oli vegetali.

Oli vegetali, elisir di salute e benessere

I preziosi oli vegetali sono sostanze ricche di acidi grassi essenziali che stimolano dolcemente e lubrificano l’intestino, ripuliscono il sangue da colesterolo e trigliceridi, purificano e rendono luminosa la pelle, riattivano il metabolismo e aiutano l’organismo ad affrontare l’impennata delle temperature. Ogni olio, infatti, oltre a migliorare la funzionalità intestinale, ti regala benefici anche in altri distretti corporei: cervello, stomaco, fegato, reni, sangue, cuore, capelli e pelle.

Olio di semi di lino: elimina stipsi, trigliceridi e colesterolo

Sceglilo se, oltre alla stitichezza, vuoi un metabolismo più veloce e un sangue più pulito. Se estratto a freddo, l’olio di semi di lino rappresenta una fonte naturale di acidi grassi della serie Omega 3, 6 e 9. L’apporto di questi acidi grassi fondamentali offre uno strumento adeguato per il controllo del colesterolo cattivo. In effetti, l’olio di semi di lino:

–   controlla i livelli di colesterolo nel sangue;

–   è indicato in caso di ipertensione e diabete;

–   migliora il metabolismo;

–   combatte la stitichezza.

Olio di semi di girasole: rinnova pelle, unghie e capelli

Estratto a freddo dai semi del fiore-simbolo dell’estate, l’olio di semi di girasole è una miniera di proprietà curative, e non solo per l’intestino. In primo luogo, l’olio di semi di girasole contiene una percentuale elevata (fino al 75%) di acido linoleico e di vitamina E: due sostanze che proteggono la mucosa intestinale, rendendola impermeabile alle aggressioni dei batteri e delle tossine. Inoltre, quest’olio svolge un’azione ristrutturante a livello dei tessuti, stimolando il rinnovamento dell’epidermide e la ricrescita delle unghie e dei capelli (sui quali si può anche applicare puro, come impacco). Assumere un cucchiaino di olio di semi di girasole spremuto a freddo (meglio se d’origine biologica) tutte le mattine, facendo seguire all’assunzione un abbondante bicchiere d’acqua. L’olio può anche essere emulsionato allo yogurt o a un cucchiaino di miele.

Olio di borragine: è un elisir per cuore, utero e ovaie

Provalo se, oltre ai disturbi intestinali, vuoi eliminare i problemi femminili (sindrome premestruale e disturbi della menopausa). Quest’olio è infatti ricco di GLA (acido gamma-linolenico), un acido essenziale della serie Omega 6 che modula la risposta infiammatoria dell’organismo, e di fitoestrogeni (ormoni vegetali): L’olio di borragine:

–   impedisce l’aggregazione piastrinica, favorisce la fluidità del sangue liberando i vasi arteriosi dal colesterolo cattivo, e aiuta il cuore;

–   attenua i sintomi della menopausa e della sindrome premestruale.

Olio di ribes nero: stimola l’intestino e sveglia il cervello

Aiuta l’intestino, e nel contempo, migliora l’efficienza cerebrale. Ricorda che l’olio di ribes nero, da utilizzare come integratore, deve essere estratto a freddo. Quest’olio, che rappresenta una delle fonti vegetali più ricche di GLA (acido gamma-linolenico), è infatti utile per:

–   controllare i livelli di trigliceridi e di colesterolo nel sangue;

–   migliorare le prestazioni intellettuali e l’acutezza visiva.

Olio di semi di enoteca: un toccasana per vene, arterie e tessuti

Quest’olio di semi è benefico per l’intestino ma anche per la pelle. Se lo vuoi utilizzare come integratore, deve essere estratto a freddo, senza l’uso di solventi, metodica che permette di mantener inalterata la frazione degli acidi grassi in esso contenuta. Anche l’olio di semi di enoteca è ricco di GLA (acido gamma-linolenico), e in particolare:

–   riduce i livelli di trigliceridi e di colesterolo cattivo nel sangue;

–   è utile nella prevenzione dell’aterosclerosi. Libera i vasi arteriosi, migliorando la circolazione e il funzionamento cardiaco;

–   trova impiego anche in alcune malattie dermatologiche, per esempio la dermatite atopica, la psoriasi, l’acne, l’orticaria.

Olio d’oliva: aiuta anche stomaco, fegato e reni

L’olio extravergine d’oliva da spremitura a freddo, per la sua composizione equilibrata ricca di vitamine e acidi grassi essenziali lubrifica la mucosa intestinale ma tonifica anche l’attività di stomaco e fegato, organi dei quali disinfiamma i tessuti. L’olio d’oliva regolarizza la secrezione di succhi gastrici, ha un’azione ipotensivo e stimola anche la diuresi.

Assumere un cucchiaino d’olio extravergine d’oliva la mattina a digiuno, bevendo subito dopo un bicchiere d’acqua, oppure emulsionarlo a dello yogurt o a un succo di frutta. La cura dura 1-2 mesi.

Olio di riso: abbassa la glicemia, migliora l’umore

L’olio di crusca di riso è ricco di gamma orizanolo, una sostanza che appartiene alla famiglia dei fitosteroli (sono dei principi attivi naturali) ed è in grado di ridurre il colesterolo cattivo, di abbassare la glicemia, di curare la sindrome premestruale, e avrebbe anche la capacità di innalzare il livello delle endorfine, migliorando l’umore. In Giappone l’olio di riso è usato da secoli a crudo su tutte le pietanze. È ottimo come condimento o assunto la mattina: ne basta un cucchiaino a digiuno con un po’ d’acqua.  (fonte  www.riza.it)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *