Frutta e verdura contro il caldo. Ma attenti agli sprechi. Ecco come conservarla

Ormai è ufficiale: la bolla di calore che si è diffusa nel nostro Paese in questi ultimi giorni ha ormai toccato tutte le regioni d’Italia e sopravvivere alla calura – specie nelle grandi città – è diventata una vera e propria impresa. E allora, come idratare e proteggere il nostro corpo dall’eccessivo caldo? Con frutta e verdura fresche! 

A confermarlo è la Coldiretti, che incoraggia gli italiani al consumo costante e abbondante di frutta e vegetali, fonti di vitamine, sali minerali e liquidi preziosi, fondamentali per mantenere l’organismo in efficienza e combattere il rischio di colpi di calore.

Secondo l’associazione degli agricoltori, gli italiani che si difendono dal caldo mangiando frutta fresca sia a pranzo che a cena sono ormai 20 milioni (circa uno su tre), mentre appena un milione quelli che non la mangiano mai, nonostante l’aumento progressivo delle temperature.

Il miglior modo per combattere il caldo e l’eccessiva sudorazione è quello – ha detto la Coldiretti in una nota – di mangiare cibi rinfrescanti, ricchi di vitamine e sali minerali indispensabili per non affaticare troppo l’organismo come la frutta e verdura di stagione che aiuta a sconfiggere l’afa di questi giorni e assicura un pieno di salute. A favorire gli acquisti è anche l’apertura straordinaria dei mercati degli agricoltori per consentire l’acquisto di frutta e verdura di stagione di qualità al giusto prezzo per aiutare a fronteggiare il rischio di colpi di calore soprattutto per gli anziani”.

DECALOGO ANTISPRECO: COME CONSERVARE FRUTTA E VERDURA

Il problema però è che proprio a causa delle alte temperature frutta e verdura rischiano di marcire molto prima di essere consumate.  
Secondo le stime della Coldiretti, a causa del caldo che accelera enormemente il processo di maturazione, il 25% di quello che viene raccolto nei campi e sugli alberi finisce nella spazzatura ancora prima di arrivare sulle tavole degli italiani. Ecco quindi alcuni semplici e pratici consigli della Coldiretti per evitare che la frutta e la verdure che acquistiamo vadano sprecati.

1) Optare per acquisti ridotti e ripetuti nel tempo;  
2) Acquistare i frutti con il giusto grado di maturazione, non appassiti, con aspetto turgido; 
3) Leggere le etichette e accertarsi che le produzioni siano locali; meglio ancora se si riesce a comprare direttamente dai produttori o nei mercati degli agricoltori di campagna amica, in questo modo si è certi che la frutta e la verdura non abbiano fatto lunghi viaggi;   
4) Preferire frutta e verdura di stagione, che hanno tempi di maturazione naturali;  
5) Prediligere frutti interi, come melone e cocomero, che si conservano più a lungo.  
6) È bene fare la spesa poco prima di tornare a casa ed evitare così di lasciare troppo a lungo la frutta e verdura in macchina e al sole; 
7) Riporre i cibi nel sedile posteriore dell’auto invece che nel bagagliaio; 
8) Conservare frutta e verdure in sacchetti di carta e separare le confezioni delle diverse varietà di frutta e verdura acquistate; 
9) Mantenere separata la frutta e verdura che si intende consumare a breve da quella che si intende conservare più a lungo; 
10) Riporre stesa la frutta e la verdura per evitare ammaccature. 

Seguendo questi semplici consigli potrete combattere l’afa restando in salute, senza sprecare i preziosi frutti della terra, ma se proprio non riuscite a consumare tutto quello che avete comprato, ecco come conservare a lungo frutta e verdura!

(fonte greenme.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *