Vuoi occhi di falco? Prova 4 metodi naturali

Vi piacerebbe poter contare su metodi del tutto naturali per proteggere la vista e, anzi, potenziarla in modo da farla rendere al meglio? Eccovi 4 idee semplici da mettere in pratica.

La dieta – Un’alimentazione che protegga e rafforzi la vista in modo naturale non può prescindere dalle vitamine A, C ed E e da minerali come il rame e lo zinco.
Fondamentali anche gli antiossidanti: il betacarotene e la luteina, per esempio, proteggono la retina dai danni dei raggi solari o dell’invecchiamento. Si trovano nelle verdure a foglia verde scuro, nei tuorli d’uovo, nei peperoni gialli, nella zucca, nelle carote e nelle patate dolci.
Alimenti ricchi di zolfo, cisteina e lecitina aiutano a proteggere il cristallino dalla formazione della cataratta. Quali sono? Aglio, cipolla, scalogno e capperi.
Proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, benefiche per la salute della vista, hanno anche i mirtilli, ricchi di antocianine, l’uva e le bacche di Goji.
Poi c’è il DHA, un acido grasso contenuto nei pesci d’acqua fredda come il salmone selvatico, le sardine, lo sgombro e il merluzzo: offre un sostegno strutturale alle membrane cellulari per favorire la salute degli occhi.
E non dimenticate di bere tanto, quanto più possibile: contribuisce a mantenere bene idratati gli occhi, condizione essenziale di buona salute della vista.

Esercizi per allenare la vista
Questi semplici esercizi vi aiuteranno a mantenere una visione ottimale. Eseguiteli al mattino appena svegli, la sera prima di andare a letto e tutte le volte in cui sentite gli occhi affaticati. Assicuratevi che le mani siano pulite e l’umore rilassato. Se sarete costanti, avrete i primi risultati già entro il primo mese.

1) Riscalda gli occhi: strofinare tra loro i palmi delle mani in modo da scaldarli quindi appoggiateli delicatamente sugli occhi chiusi per 5 secondi. Ripetete questa operazione 3 volte.
2) Falli ruotare: partite guardando un punto in alto. Quindi, molto lentamente, cominciate a muoverli in senso orario 10 volte e poi in senso antiorario altre 10 volte.
3) Vicino e lontano: prendete una penna e tenetela in mano con un braccio disteso. Cominciate a fissarla e gradatamente avvicinatela verso di voi, fino ad arrivare a una decina di centimetri dal naso senza mai staccare lo sguardo. Quindi, sempre molto lentamente, riallontanate il braccio. Ripetete tutto 10 volte.
4) Massaggia le tempie: usando le nocche dei pollici, massaggiate le tempie facendo piccoli cerchi, 20 volte in un senso e 20 nell’altro. Fate lo stesso subito sopra il punto della fronte tra le sopracciglia, poi sotto gli occhi all’altezza del naso.
Le tossine che vengono dell’ambiente esterno
I fattori esterni possono contribuire a danneggiare gli occhi. Questi includono le luci fluorescenti, schermi di computer, allergeni ambientali, il cloro delle piscine, aria condizionata e riscaldamento, la lettura in condizioni di scarsa illuminazione, il continuo sfregamento degli occhi. Meglio non fumare e limitare l’esposizione al fumo di sigaretta, perché quanto potrebbe aumentare la pressione ottica. Ricordate inoltre di indossare occhiali da sole.

Quanto conta il sonno
Dormire a sufficienza è essenziale per la salute degli occhi. Il sonno fa riposare la vista, contribuisce a riparare eventuali danni e a recuperare la perfetta salute. Al contrario, poco sonno indebolisce la vista. Cercate di dormire 8 ore per notte. E riposate gli occhi durante il giorno se lavorate al computer: ogni 50 minuti davanti allo schermo, dovreste allontanarvi per almeno altri 10. E se continuate a sentirvi gli occhi stanchi, cercate un luogo più tranquillo e appoggiate per qualche minuto delle fette di cetriolo rinfrescante sulle palpebre.
(fonte staibene.libero.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *