Daily Archives: ottobre 18, 2011

Lo Zenzero

 Lo zenzero ha un sapore piccantino delizioso ma è anche dotato di virtù terapeutiche. Oltre a dare battaglia alla nausea, a stimolare la circolazione, a favorire la digestione, potrebbe avere effetti anti-infiammatori nel colon. E’ quanto risulta dallo studio pubblicato sulla rivista Cancer Prevention Research: è un primo passo per capire se i composti che si trovano nella radice dello zenzero possono prevenire il cancro al colon.

Degli studi precedenti su topi e ratti hanno dimostrato che lo zenzero può aiutare a prevenire la formazione di tumori quando viene somministrato agli animali esposti a una sostanza chimica che causa il cancro del colon. Ma avrà lo stesso effetto sugli esseri umani? Da qui l’esigenza del nuovo studio.

I ricercatori hanno monitorato trenta adulti sani che hanno assunto capsule contenenti due grammi di radice di zenzero in polvere oppure del placebo, durante i pasti ogni giorno per quattro settimane, senza prendere alcun tipo di farmaci. Gli studiosi hanno testato i campioni di sostanze chimiche chiamate eicosanoidi che provocano la cosiddetta risposta infiammatoria nell’intestino. E hanno riscontrato che: “Lo zenzero è riuscito a diminuire il livello di infiammazione nel tessuto intestinale” dei soggetti che hanno preso l’integratore rispetto a chi non l’aveva asuunto. La Zick commenta che “Si riduce l’infiammazione. E sappiamo che l’infiammazione cronica nel tessuto intestinale è fortemente associata con lo sviluppo di lesioni pretumorali o carcinomi”.

Lo studio preliminare apre le porte ad ulteriori investigazioni. Non resta che attendere affinchè gli esperti approfondiscano l’argomento.(fonte www.benessereblog.it)

La Frutta Disidratata

La frutta disidratata non deve mai mancare all’interno di una dieta sana ed equilibrata. No, non parliamo di noci e mandorle (che tra l’altro sono molto importanti), ma di uvetta passa, albicocche essiccate, prugne essiccate, ecc.

Stando a un recentissimo studio, questi prodotti contengono più sostanze nutritive della frutta fresca. Per esempio, fibre, potassio e zuccheri sono 10 volte superiori. Ma c’è di più, da un lato migliorano la dieta di chi la consuma, dall’altro i consumatori di frutta disidratata hanno un’alimentazione migliore. Sembra la stessa cosa, ma non lo è.

È stato, inoltre, notato che coloro che mangiano queste delizie hanno minori problemi di sovrappeso rispetto agli altri. Non è l’unico dato importante. Secondo uno studio pubblicato dal British Journal of Nutrition, il consumo di prugne secche durante la menopausa aiuta a migliorare la densità minerale ossea.
(fonte www.freshplaza.it)

Le Vitamine e i Minerali indispensabili in Gravidanza

Quando una donna è incinta è fondamentale curare in modo particolare l’alimentazione che dovrà essere il più varia possibile e soprattutto ricca di vitamine e minerali indispensabili in gravidanza. Oggi vi vogliamo fornire un’utile tabella con le vitamine e i Sali minerali più indicati in gravidanza, da assumere tramite la vostra dieta. Attenzione dunque a mantenere un’alimentazione il più possibile varia e sana, per permettere a voi di non soffrire di stanchezza e di cali di pressione e permettere al vostro bambino di crescere sano e forte.

VITAMINE fondamentali in gravidanza:
VITAMINA B12 per la formazione di globuli rossi
ACIDO FOLICO per la formazione di globuli rossi e per la prevenzione dei difetti del tubo neurale (spina bifida)
VITAMINA B12 uova, fegato, carni, formaggi
ACIDO FOLICO lievito, verdure verdi, cereali integrali, fegato
VITAMINA A per la crescita fetale verdura e frutta di colore giallo-arancione e verde scuro, latte, burro, fegato, uova, carote, broccoli, spinaci
 
VITAMINA D per lo scheletro del feto e l’assorbimento del calcio uova, latte e derivati, sardine, olio di fegato di merluzzo, tonno, salmone
VITAMINA C per aumentare l’assorbimento del ferro pomodori, peperoni, insalate verdi, frutta (agrumi, fragole, kiwi, ribes)
 
MINERALI importanti in gravidanza:
CALCIO latte, formaggio, verdure, verdi, legumi
FOSFORO uova, latte, formaggio, cereali integrali, carni, pesci
 
FERRO carni, uova, legumi, cereali integrali, verdure verdi. Il ferro che viene assorbito meglio dall’organismo è quello contenuto nelle carni.
MAGNESIO cereali integrali, verdure verdi
ATTENZIONE ALLE FIBRE (alimenti integrali, crusca) rallentano l’assobimento di sali minerali e vitamine. (fonte mamma.pourfemme.it)

La dieta dei 5 colori contro i malanni invernali

Raffreddore? Tosse? Mal di gola? Come evitare tutto ciò visto che si tratta dei tipici malanni invernali? Uno stile di vita sano sicuramente aiuta. Ma sappiamo in realtà che molto dipende da ciò che mangiamo, ed ecco allora che scegliere i giusti alimenti facilita la prevenzione di raffreddore, tosse e mal di gola! E’ per questo che vi suggeriamo la dieta dei 5 colori. Di cosa si tratta? Di un trucchetto molto semplice per scegliere ed abbinare i cibi nel modo corretto.

I colori dei frutti sono dati da alcune sostanze benefiche in essi contenuti: è così che il rosso dei pomodori o dei peperoni è dato da alcuni particolari vitamine ed antiossidanti che li compongono, preziosi per stimolare il sistema immunitario. Anche il bianco è un altro colore da tenere presente per le stesse proprietà: uva, cipolla, aglio, finocchi, sedano, mele e banane, ad esempio contengono antoxantine (altri antiossidanti). Luteina, Isoflavoni e ferro sono invece contenuti negli alimenti di colore verde come gli spinaci, i broccoli o il kiwi.
 
Ci sono poi i frutti arancioni (la zucca, le carote e l’arancia) ma anche quelli blu (uva nera, fichi, melanzane, o radicchio rosso) che contengono gli antociani, antinfiammatori naturali. Tutti in una dieta alimentare equilibrata aiutano a prevenire l’influenza e gli altri malanni tipici di questa stagione. (fonte salute.pourfemme.it)

Radicchio, miniera di Vitamine e Minerali

Depura il fegato, aiuta le ossa e combatte la stipsi. Ma c’è ancora chi ignora le sue innumerevoli virtù e lo considera buono solo per l’insalata

Dal sapore inconfondibile e particolarissimo, un misto di amaro, dolce, fresco, pungente, il radicchio incarna perfettamente l’energia autunnale carica di contrastanti elementi che ne fanno la stagione della trasformazione per eccellenza. In cui tutto sfocia nel suo contrapposto.

Le sue foglie dal colore rosso intenso con nervature bianche e carnose richiamano l’intensità delle tinte delle foglie autunnali. Ma la particolarità di quest’insalata non è certo quella di aggiungere una nota di colore al verde delle insalate. Il radicchio è una vera e propria miniera di sostanze utili all’organismo. 

Il radicchio è una vera e propria farmacia naturale che in ottobre non dovrebbe mancare sulla nostra tavola. Potassio, fosforo, sodio, ferro, magnesio, manganese, rame, calcio, principi amari e sostanze zuccherine, grandi quantità di vitamine, aminoacidi e piccolissime quantità di protidi e lipidi. 

Le proprietà del radicchio sono molteplici. L’azione principale è quella tonificante, preziosa durante i cambi di stagione, in cui il sistema immunitario, nervoso ed articolare vengono messi a dura prova.

Poverissimo di calorie, appena 14 per 100 grammi, è un validissimo aiuto nella cura dell’inappetenza. Consumato come antipasto, prima di pranzo o cena, grazie alle sue sostanze amare, stimola l’appetito. Antianemico, integratore di minerali, depurativo del fegato, diuretico e leggermente lassativo, è persino febbrifugo. Inserito nella dieta quotidiana, il radicchio è un rimedio per le prime influenze stagionali. 

Afonia: grazie a questo sciroppo ritrovi la voce

Una ricetta per preparare uno sciroppo prezioso sia nei casi di afonia vera e propria, sia come rimedio preventivo dei disturbi di voce. Particolarmente consigliato a chi utilizza molto le corde vocali: insegnanti, venditori e naturalmente cantanti.

Ingredienti

100 g di radicchio

un cucchiaio di sommità di erisimo

due cucchiai di mele di timo

200 cl di acqua

Procedimento

Frullare il radicchio. Filtrare il composto. A parte far bollire l’acqua, aggiungere l’erisimo. Spegnere  e lasciare in infusione per 15 minuti. Filtrare, aggiungere il miele di timo. Raffreddare ed aggiungere il succo di radicchio.

Dosi consigliate:. Bere a cucchiai durante l’arco della giornata, agitando lo sciroppo ogni volta che lo si assume.

Stipsi: con la sua “acqua” si torna alla normalità

Per tutto il mese di ottobre l’acqua di radicchio in sostituzione all’acqua minerali durante la giornata aiuta a rieducare l’intestino alle sue normali funzioni.

Ingredienti

un litro e mezzo d’acqua minerale (possibilmente ricca di zolfo o salso-ferruginosa)

un cucchiaio di miele di acacia

100 g di radicchio

Procedimento

Portiamo l’acqua minerale a ebollizione. Spegniamo e aggiungiamo il radicchio tagliato e ben lavato. Lasciamo in infusione per 15 minuti e aggiungiamo il miele. Mescoliamo, strizziamo il radicchio, filtriamo il tutto e beviamo l’elisir.

Fegato: un frullato di foglie è il miglior disintossicante

Un frullato di radicchio in sostituzione della cena, per una settimana, depura il fegato, rimette in sesto le vie biliari e “spegne” le costipazioni epatiche.

Ingredienti

150 g di radicchio

due mele acidule di media grandezza

un porro tagliato a fettine

un sedano intero

50 gocce di tintura madre di carciofo

Procedimento

Frulliamo tutti gli ingredienti lungamente e aggiungiamo, solo alla fine, la tintura madre di carciofo. Consumiamolo subito. (fonte www.riza.it)