L’effetto del Succo di Pompelmo sui Farmaci

Il succo di pompelmo, come noto è una bevanda molto utilizzata nella stagione estiva e non solo, per le sue qualità rinfrescanti e salutari. Come tutta la frutta e gli agrumi in particolare, esso è ricco in oligoelementi e vitamine. Recentemente, inoltre, molto spesso si è accostato questo frutto a possibili qualità dimagranti, tuttavia non del tutto supportate da valide prove scientifiche.

Invece sono scientificamente dimostrati e verificati gli effetti che questo succo può creare nel nostro organismo, specialmente se assunto regolarmente ed in quantità considerevoli. Si è accostato infatti  l’effetto inibitorio del succo di pompelmo sul citocromo P450. In particolare questo enzima è il principale protagonista del metabolismo dei farmaci a livello epatico, influenzandone la funzione e gli effetti nel corpo umano.

Nello specifico l’inibizione del citocromo p450 causa un aumento della biodisponibilità e quindi persistenza nel corpo umano dei farmaci, che, in questo modo, possono creare fenomeni di tossicità collegati alla loro eccessiva concentrazione.

I farmaci maggiormente interessati a questo fenomeno sono antiaritmici, antibiotici, antistaminici, ansiolitici, calcioantagonisti, corticosteroidi, statine, immunosoppressori, chemioterapici, anoressizzanti.

Si consiglia pertanto di ascoltare le raccomandazioni del proprio medico, onde evitare fenomeni di tossicità dovuti ad una bevanda che, comunque, rimane sana e genuina. (fonte www.alimentazione-salute.it/)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>