Il Topinambur per regolare il tasso di Glicemia

Il Topinambur, è un tubero di colore biancastro e dalla polpa carnosa. Ha una consistenza simile a quella della patata ed un sapore delicato e dolce simile a quello del carciofo.

E’ conosciuto anche con tanti altri nomi: tartufo di canna, patata del Canada, carciofo di Gerusalemme e pera di terra. Originario dell’America del Nord e del Canada, venne introdotto in Italia solo nel 1600.

Contiene vitamine, fosforo, magnesio, ferro e ha anche un altissimo contenuto di inulina, una fibra altamente solubile che aiuta a regolare il tasso di glicemia e a riequilibrare la flora intestinale. Può essere consumato crudo in insalata oppure cotto, come fosse una patata, lesso o fritto o ridotto in purea. Nella cucina piemontese è utilizzato sia per la fonduta che per la bagna cauda.

Al momento dell’acquisto i tuberi devono essere sodi e senza ammaccature. Si conservano in frigorifero fino ad una settimana, se messi nel cassetto della verdura dentro sacchetti di carta. (fonte www.freshplaza.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *