Combattere la Trombosi venosa ricorrendo al Ferro

La trombosi venosa costituisce un disturbo che di anno in anno coinvolge parecchie persone, anche bambini e ragazzi. Ma sembra che si possa combattere con il ferro, come ha messo in evidenza uno studio dell’Imperial College di Londra. La ricerca ha potuto mettere in luce qualcosa in più trombosi venosa. Si tratta della formazione di un coagulo di sangue, determinato dal trascorrere un lungo periodo di immobilità o da problemi di circolazione sanguigna. Di solito vengono colpiti gli arti inferiori, perché i muscoli tendono a non contrarsi e quindi a non favorire la circolazione del sangue.

La ricerca inglese è riuscita a mettere in evidenza che la trombosi venosa profonda ricorre maggiormente in quelle persone che presentano una carenza di ferro. È questo infatti ciò che è stato dichiarato da Claire Shovlin, che ha guidato lo studio:

“La nostra ricerca dimostra che nelle persone affette da HHT i bassi livelli di ferro nel sangue sono un fattore di rischio potenzialmente trattabile per i coaguli di sangue. Se la scoperta si applica alla popolazione generale, avrebbe implicazioni importanti in quasi ogni area della medicina.”

Anche lo smog aumenta il pericolo di incorrere in una trombosi. Molto importante quindi la prevenzione della patologia, che si dovrebbe basare anche su una maggiore consapevolezza riguardo alle cause.

Queste sono diverse, dalle malattie ereditarie alla gravidanza, dalle lesioni agli interventi chirurgici. Inoltre si è scoperto che le nuove pillole contraccettive aumentano il rischio di trombosi.(fonte www.tantasalute.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *