L’Orto fa bene alla Mente

Coltivare un orto, anche piccolo magari sul proprio terrazzo, non è solo l’ultima tendenza della moda cittadina, ma anche una vera e propria terapia contro le malattie da stress mentale.

Il principio base parte dall’idea che prendersi cura di qualcosa con affetto, delicatezza, costanza e dedizione, vedere gli effetti sul lungo termine, zappettare e annaffiare, sono pratiche che favoriscono il rilassamento e laconcentrazione . Nasce così l’ortoterapia, un progetto che prevede la cura di persone affette da disagio psichico lieve.

Si tratta di una sorta di terapia di gruppo (5-7 elementi a gruppo): ci si riunisce 2 volte la settimana e si adempiono i  piccoli obblighi della cura dell’orto. In realtà l’orticoltura è una vera e propria occasione per imparare un mestiere antico e oggi molto raro come quello dell’agricoltore, ma anche un’occasione di svago e socializzazione.

Oltre alla possibilità di avere frutta e verdura fresche, biologiche e di stagione, si impara anche la responsabilità delle proprie azioni, l’importanza della cooperazione e la capacità di “fare squadra” per chi ha serie difficoltà nella vita sociale. Non ultima la possibilità di recuperare spazi urbani o semiurbani lasciati andare all’incuria e all’abbandono.

La terapia orticolturale mira a rafforzare l’autostima, la forza fisica e a recuperare le capacità di confrontarsi con sé, con gli altri ma soprattutto con la natura, in tal modo sifornisconoall’individuo anche abilità e capacità che rafforzano la sua percezione di autoefficacia favorendo la fiducia in se stessi e instaurando quindi un circolo virtuoso che spinge il soggetto a migliorarsi autonomamente. (fonte www.tantobenessere.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *