Rucola…l’erba Afrodisiaca

Viene usata per insaporire insalate. Insieme a pinoli e parmigiano è uno degli ingredienti base della classica insalata “misticanza”. In medioriente vengono sfruttati i semi per la preparazione di una mostarda dal gusto forte. E’ ricca di vitamina C e di sali minerali.

Pochi sanno però che un tempo alla rucola venivano attribuite qualità magiche e afrodisiache. La sua coltivazione veniva spesso fatta nei terreni che ospitavano le statue falliche erette in onore di Priapo, dio della virilità.

Ovidio nella Ars Amatoria la chiamava “eruca salax” o herba salax” cioè erba lussuriosa, sconsigliata in caso di delusioni d’amore.

Columella sosteneva: “l’eruca eccita a Venere i mariti pigri”.

Discoride, medico greco, affermava che mangiata cruda in abbondanza “destava Venere”.

Durante il Rinascimento si scrisse sugli effetti afrodisiaci della rucola, e l’erborista Matthias de Lobel (XVI sec.) narrava di certi monaci che eccitati da un cordiale a base di rucola, abbandonarono il voto di castità.

Volete sapere come cucinarla?

• Insalata di rucola e parmigiano: un’unione armoniosa di rucola, dadini di pomodoro e pinoli tostati, scaglie di parmigiano, condita con olio d’oliva e limone.

• Insalata di rucola e gamberetti al limone: la rucola si sposa molto bene con il peperone rosso sott’olio, con i gamberetti e con limone per poter beneficiare di un equilibrato mix tra vitamine C e pro-A, proteine e oligo-elementi. (fonte takecareblog.iljournal.it/)

One response to “Rucola…l’erba Afrodisiaca

  1. innanzitutto è buona. ed insaporisce tutto ciò che gli é vicino. poi stuzzica l appetito, se stuzzica anche altro non lo so.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *