Felicità, Pensiero Positivo ed Ottimismo: la ricetta delle emozioni per un Cuore Sano

Oltre duecento studi, negli ultimi decenni, si sono interrogati sulla relazione tra buonumore, atteggiamento positivo verso la vita, le difficoltà e la salute del cuore. Una meta analisi della Harvard School of Public Health, pubblicata sul Psychological Bulletin, ha rivelato che se lo stress e la depressione possono accrescere il rischio di ictus ed infarto, ottimismo, equilibrio psicofisico e benessere allontanano i fattori di rischio delle malattie cardiovascolari. Chi è felice e sereno ha infatti fino al 50% di probabilità in meno di soffrire di disturbi cardiaci.

Ridere, stare bene, pensare positivo, mantenere uno stato d’animo allegro abbassano infatti la pressione sanguigna. L’ipertensione è uno dei principali fattori di rischio dei big killers: ictus ed infarto. Inoltre, il buonumore e l’ottimismo riducono anche i livelli di colesterolo. Indirettamente, probabilmente, perché le persone che amano la vita tendono a curare il loro benessere ed a mangiare sano, a differenza di chi è depresso che non di rado è apatico, non fa attività fisica e si rifugia nei comfort foods.

La serenità è fondamentale anche perché influisce sulla qualità del sonno. Ansia e stress ci fanno riposare male e questo ha effetto sul metabolismo, sulla salute cardiovascolare, sulle nostre capacità di apprendimento. Sentirsi felici ed appagati concilia invece un buon sonno ristoratore, allontanando quegli squilibri nell’orologio biologico deleteri per la linea, per la mente e per la salute del cuore.

(Fonte www.benessereblog.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *