Rischio di Alzheimer? Le Pulizie aiutano a Spazzarlo Via

Le faccende di casa non sono il passatempo preferito della maggior parte delle donne. Incastrare lavoro e impegni domestici non è facile, ma riuscire a occuparsi di pavimenti, piatti e panni sporchi può avere i suoi vantaggi anche per la salute. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Neurology lavare, pulire e cucinare può, infatti, aiutare a ridurre il rischio di Alzheimer.
E i benefici non riguardano solo le donne più giovani, ma anche quelle che hanno superato gli 80 anni.

Gli autori della ricerca hanno monitorato le attività quotidiane di 716 volontari di età media pari a 82 anni utilizzando un piccolo apparecchio. Il rischio di Alzheimer è stato, invece, valutato attraverso test specifici per la misurazione della memoria e delle capacità di ragionamento. I risultati sono stati sorprendenti: chi si è mostrato meno attivo aveva anche un rischio più che raddoppiato di sviluppare questa malattia rispetto a chi si impegnava quotidianamente nelle attività domestiche.

Aron Buchman del Rush University Medical Center di Chicago ha spiegato:

I risultati del nostro studio indicano che tutte le attività fisiche, incluso l’esercizio, ma anche attività come cucinare, lavare i piatti e fare le pulizie, sono associate a un minor rischio di Alzheimer. Questi risultati incoraggiano tutti i tipi di attività fisica anche in adulti di età molto avanzata che non possono effettuare i classici esercizi, ma che possono ancora trarre beneficio da uno stile di vita più attivo.

Di per sé un esercizio fisico regolare riduce il rischio di sviluppare disturbi di questo tipo fin del 45%. Tuttavia gli esperti sottolineano che è importante agire sullo stile di vita a diversi livelli, mantenendo il peso forma, smettendo di fumare e prediligendo la dieta mediterranea, ricca di antiossidanti e di pesce. Ma niente più casalinghe disperate: basta pensare ai benefici futuri per avere un buon motivo per passare lo straccio con un sorriso.

(Fonte www.benessereblog.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *