Ricerca: il Succo d’Arancia suscita Emozioni Piacevoli

benefici del succo di aranciaBere succo d’arancia aiuta ad affrontare la quotidianità con ottimismo. Per decenni gli americani hanno provato piacere nel gustare il succo d’arancia; ora ricerche scientifiche suggeriscono che possono continuare a consumare questa rinfrescante bevanda anche per gli effetti benefici che essa ha sullo stato d’animo di chi la beve.

Uno studio recente svolto presso il Dipartimento agrumicolo della Florida (USA) ha scoperto che i partecipanti ad una ricerca che assumevano succo d’arancia si sentivano bene, senza preoccupazioni e “ringiovaniti”. Attraverso un processo di ricerca brevettato per rivelare le emozioni inconsce, i consumatori di succo d’arancia hanno condiviso i loro pensieri e le sensazioni che derivavano dal consumo di succo d’arancia e hanno riferito circa l’importanza che tale bevanda aveva nella loro vita.

Le risultanze della ricerca hanno dimostrato che, per alcuni partecipanti che vedevano la loro vita molto dura, il semplice gesto di bere succo d’arancia rappresentava una momentanea evasione verso pensieri più positivi. Inoltre, le sensazioni di “ringiovanimento” fornite da un bicchiere di succo d’arancia aiutano ad affrontare la giornata con maggior energia e determinazione.

I partecipanti alla ricerca hanno condiviso le emozioni positive derivanti dal succo d’arancia attraverso analogie e ricordi. Ad esempio, uno ha paragonato l’assunzione di succo nel corso della giornata alla necessità di bere acqua durante una maratona, mentre un altro ha descritto la vita come una battaglia quotidiana in cui il succo d’arancia aiuta a superare lo stress e a vincere la guerra. Un altro partecipante alla ricerca ha riferito che bere il succo d’arancia lo faceva tornare di nuovo bambino, facendolo sentire bene e tranquillo.

Il collegamento fra il succo d’arancia e una visione più ottimista della vita ha rivelato che più della meta dei partecipanti alla ricerca ritengono che bere un bicchiere di succo d’arancia fornisce una spinta energizzante, mentre il 33% ha dichiarato che è un modo per migliorare il proprio stato d’animo. Inoltre, il 56% degli americani adulti che bevono succo d’arancia si sentono ringiovaniti, tranquilli, ottimisti, felici e vivi.

La Dr. Sonja Lyubomirsky, esperta di psicologia positiva ed autrice di “The How of Happiness”, suggerisce che l’energia positiva derivante dal succo d’arancia potrebbe fare anche di più per le persone; la sua ricerca mostra che la felicità può portare a sentirsi più realizzati ed ad avere una vita di successo. Infatti, studi hanno dimostrato che le persone felici sono più energiche e produttive, hanno un maggior numero di amici, sono dirigenti migliori ed hanno un sistema immunitario più forte. Alcune ricerche hanno riportato che le persone felici vivono più a lungo.

La Dr. Lyubomirsky riferisce che una chiave per la felicità è concentrarsi sulle cose semplici che possono migliorare la nostra visione della vita. Non esiste una vita senza stress ed avversità, ma facendo un passo indietro ed apprezzando le cose semplici, si possono valutare progetti più grandi ed imparare ad affrontare gli ostacoli. Anche piccoli cambiamenti possono avere un grande impatto sulla vita di ciascuno. Inoltre la ricerca suggerisce che adottare questo approccio alla vita può avere effetti positivi, negli anni, sulla persona stessa.

Studi recenti hanno dimostrato che quelle persone che hanno come obiettivo vivere la vita con ottimismo sono quelle meglio inserite nella società e più realizzate poiché verosimilmente riescono a raggiungere gli obiettivi prefissati ed a fare progressi nel loro percorso di vita.

La Dr. Lyubomirsky conclude dicendo “trova piacere nei momenti quotidiani per dare respiro e sollievo al tuo stato d’animo; prenditi qualche minuto per apprezzare le piccole cose, anche qualcosa di semplice come il gusto, il profumo, il piacere derivanti da un bicchiere quotidiano di succo d’arancia”.

(Fonte www.freshplaza.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *