Daily Archives: giugno 16, 2012

Obesità, con la Buccia del Mango si producono Meno Cellule di Grasso

mango anti obesitàDel mango non bisogna buttare via niente, nemmeno la buccia. Al suo interno, infatti, sono presenti delle sostanze che ostacolano la formazione delle cellule di grasso, gli adipociti. La polpa, al contrario, non ha nessuna proprietà di questo tipo.

La scoperta, pubblicata sulle pagine di Food and Function, potrebbe essere utile nella lotta contro sovrappeso e obesità. L’accumulo di “ciccia” può, infatti, essere associato sia all’aumento del numero di cellule adipose, sia a quello del grasso contenuto in queste ultime. Per questo bloccare la formazione degli adipociti aiuta a ridurre l’accumulo di grasso nell’organismo.

Attenzione, però: l’effetto anti-obesità è tipico solo di alcune varietà di questo frutto tropicale. I ricercatori dell’University of Queensland (Australia) hanno, infatti, scoperto che solo i mango Irwin e Nam Doc Mai contengono un mix di molecole in grado di contrastare l’accumulo di adipociti, mentre la buccia della varietà Kensigton Pride può aumentare leggermente la produzione delle cellule di grasso.

Greg Monteith, coordinatore dello studio che ha portato alla scoperta, ha spiegato che

probabilmente il responsabile delle differenze è l’interazione complessa fra composti bioattivi tipici di ciascun estratto di buccia, piuttosto che un singolo componente.

In effetti i ricercatori hanno identificato delle molecole presenti solo nella buccia del mango Kensington Pride che potrebbero giustificare l’effetto ingrassante.

L’effetto esercitato dagli estratti di buccia di mango è simile a quello del resveratrolo, il potente antiossidante contenuto nel vino. Per questo Monteith e colleghi ipotizzano che le molecole presenti nel mango, che, non a caso, contiene molti più antiossidanti nella buccia che nella polpa, possano agire con meccanismi simili a quelli attivati dal resveratrolo.

Rimane, però, un dubbio: ostacolare la formazione di cellule adipose può causare l’ingrossamento di quelle già presenti, situazione che aumenta il rischio di sviluppare il diabete. Non ci resta che attendere i risultati di studi più approfonditi per capire quanto mango possiamo mangiare per rimanere snelli senza effetti collaterali.

(Fonte /www.benessereblog.it)

Le Verdure Alleate contro le Crisi di Panico

rimedi naturali crisi di panicoAggiungere verdure alla propria alimentazione può aiutare a superare le crisi di panico?

La domanda è di quelle importanti, se si considera che moltissime persone soffrono di simili disturbi.

Le verdure contengono antiossidanti e vitamine che possono aiutare a regolare l’umore.

1. Spinaci
Il contenuto di micronutrienti in queste verdure è molto elevato. Vitamina A, vitamina K, oltre a minerali come manganese e ferro coprono molti fabbisogni dell’organismo. Un contenuto di vitamina molto alta negli spinaci è relativo alla vitamina C, che può aiutare ad alleviare i livelli di stress.

2. Broccoli
Buoni contenuti di vitamina C possono essere trovati anche nei broccoli. Contengono inoltre vitamina A ottimo antiossidante che viene in aiuto alla gestione dello stress quotidiano.

3. Asparagi
Negli asparagi sono contenuti buoni livelli di antiossidanti. Aiutano a normalizzare l’umore, tenendo lontano panico e depressione. Contengono triptofano, amminoacidi essenziali che l’organismo usa per la produzione di serotonina. “La mancanza di serotonina è una comune causa del senso di panico”, ha detto Julia Ross, autore di “The Cure Mood”.

4. Sedano
Il sedano ha la capacità di ridurre la pressione sanguigna. Contiene Ftalidi, composti in grado di rilassare i muscoli e di regolare il flusso di sangue che permette ai vasi sanguigni di dilatarsi e ridurre quindi la pressione arteriosa.

(Fonte /www.freshplaza.it)