Cosa fare per il Dolore alla Pianta del Piede

L’unico modo per avere la meglio sul dolore alla pianta del piede è evitare il più possibile di camminare. L’affermazione può sembrare banale, ma qualunque sia la causa del problema, continuare a sovraccaricare il piede non può far altro che peggiorare la situazione. Il riposo è, quindi, d’obbligo anche quando non si è ancora arrivati al punto in cui è il dolore ad essere talmente intenso da impedire di muovere anche solo pochi passi.

I colpevoli del fastidio possono essere diversi: i legamenti, i nervi o le borse sierose, piccole sacche ripiene di liquido che si trovano nella parte posteriore della pianta del piede e che, normalmente, attutiscono gli urti e distribuiscono il peso del corpo sulle articolazioni

Se si infiammano, queste sacche causano dolore. Assumere antidolorifici risolve solo temporaneamente il problema e può addirittura aggravarlo. Infatti mascherando il dolore gli antinfiammatori possono portare a sovraccaricare ulteriormente le strutture infiammate, peggiorando la situazione. Il disturbo, che prende il nome di borsite, può risolversi spontaneamente solo evitando di camminare.

La capsulite, invece, è un’infiammazione che riguarda i legamenti associati alle dita e che provoca dolore tutte le volte che si muovono il piede o le sue dita. Anche in questo caso ridurre i movimenti aiuta a smorzare il dolore e a risolvere il problema. Un ulteriore aiuto può venire dalle iniezioni di cortisone.

Se il dolore riguarda l’intera pianta del piede si ha, invece, a che fare con una fascite plantare. A causarla è l’infiammazione del legamento che percorre tutta la lunghezza del piede, dovuta a un modo di camminare scorretto, al sovrappeso o a un eccessivo sforzo durante lo sport. Il dolore può essere molto intenso e gli antidolorifici sono, ancora una volta, un semplice palliativo. Se non si tiene il piede a riposo il rischio è di dover ricorrere a soluzioni come la Tecar terapia per riuscire a riprendere a camminare.

Infine, se il dolore deriva dalla compressione di un nervo quello con cui si ha a che fare è un neuroma, disturbo che può dipendere, ad esempio, da una postura scorretta. In questo caso il dolore è molto acuto, può essere associato a insensibilità o bruciore e riguarda la parte inferiore delle dita. Massaggiarle può aiutare a ridurre il fastidio.

(Fonte www.benessereblog.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *