Dormire nonostante il Caldo grazie alla Corretta Alimentazione

dormire con il caldo

Sono ore di fuoco, nel vero senso della parola. Come si fa a dormire con questo caldo e mantenere dunque una qualità della vita adeguata? Se lo è chiesto anche la Coldiretti che ha subito proposto il suo vademecum alimentare per contrastare il nuovo anticiclone, Minosse, che sta portando le temperature a livelli da record provocando insonnia da caldo in oltre 12 milioni di italiani

Il sonno, un bisogno fisiologico
Dormire fa bene alla salute, dormire male invece no. Il nostro organismo si basa sull’alternanza veglia – riposo, necessaria per mantenere attive tutte le funzioni biologiche: un buon sonno ristoratore di circa 7/9 ore ogni 24, favorisce il mantenimento e lo sviluppo dei neuroni, distende i muscoli e la pelle, rafforza il sistema immunitario. Una cattiva qualità del sonno incide in modo negativo su tutto ciò: il cervello è il primo a risentirne con deficit di memoria, giramenti di testa, difficoltà di attenzione, ma anche fastidio allo stomaco, sensazione di stress al limite ed irascibilità sono i sintomi di chi non dorme abbastanza e bene anche solo da pochi giorni. Senza contare, care amiche di Pourfemme, le rughe e gli occhi gonfi. Dunque se per il caldo si alterano questi meccanismi è opportuno correre ai ripari. Come? Meglio con dei rimedi naturali ed alcune regole di igiene del sonno, a cui si possono abbinare alimenti in grado di stimolare il relax ed il riposo anche nelle calde notti d’estate.

La dieta per dormire bene
Scegliere i giusti cibi è dunque fondamentale per dormire bene. Ve ne sono alcuni che favoriscono il relax: sono la pasta, il riso, l’orzo, il pane e tutti quelli che contengono un particolare aminoacido, il triptofano, che è utile nella sintesi della serotonina, l’”ormone del benessere“. Nella dieta serale sono inoltre ammessi anche legumi, uova bollite, carne, pesce, formaggi freschi e yogurt. Non dimentichiamo la frutta e la verdura di stagione, lattuga in primis. Un bicchiere di latte fresco caldo come consigliano tutte le nonne del mondo, non guasta per controllare l’acidità di stomaco che può interrompere il sonno, lo stesso vale per le tisane e gli infusi rilassanti più noti. Ma esistono anche degli alimenti out: da cancellare dalla dieta pre sonno patatine, piatti cucinati con il dado e cibi in scatola, tutti molto ricchi di sodio che ci può far svegliare dalla sete; lo stesso dicasi per i superalcolici ed ovviamente per le sostanze eccitanti come caffè, the, cioccolato, cacao, curry, pepe, paprika.

(Fonte salute.pourfemme.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *