Baobab: l’Integratore Salva-Intestino

Ricco di fibre, il frutto di questa famosa pianta africana migliora la flora batterica, stimola la peristalsi e nutre tutto l’organismo

baobabL’estate invita a trasgredire: la dieta diventa più libera e indulge più spesso ai peccati di gola e ai fuori pasto. A farne le spese per primo è l’intestino, che può reagire con stipsi, alternata a colite  episodi diarroici. La risorsa ideale per riequilibrare quest’organo così delicato è il baobab:  pianta originaria dell’Africa centrale deve la sua notorietà alle sue virtù curative, così numerose da fargli meritare l’appellativo di “albero della vita” o anche “albero farmacista”. Il frutto maturo del baobab si presenta di forme variabili e raggiunge una lunghezza di 40 cm. Il modo più semplice per sfruttarne le potenzialità medicamentose è assumerlo in estratto solubile: reperibile in erboristeria in comode bustine, il preparato si stempera in poca acqua e si beve due o tre volte al giorno, a seconda delle necessità.

Il suo frutto depura e vince la stipsi

frutto del baobabLa polpa del frutto del baobab è una fonte apprezzabile di fibre alimentari solubili e insolubili. Le fibre non solubili non vengono assimilate dall’intestino, ma agiscono sul transito intestinale attraverso la stimolazione della peristalsi. In tal modo possono trovare impiego in un regime di dieta ipocalorica per combattere la stitichezza e indurre un senso di sazietà.  Per quanto riguarda la parte solubile delle fibre, è noto il loro coinvolgimento nella stimolazione della crescita di batteri appartenenti alla micro-flora intestinale. Per questa loro funzione, le fibre solubili del baobab svolgono la funzione di prebiotici importanti per il buon funzionamento dell’organismo.

Proteine, carboidrati, calcio nel “rimedio cura-tutto”

Oltre a depurare e riequilibrare l’intestino, la polpa del baobab è un alimento naturale ricco di principi nutrizionali necessari all’organismo. L’assunzione del baobab è in grado di garantire un sufficiente apporto giornaliero di elementi nutritivi quali: proteine, lipidi, fibre solubili e insolubili, carboidrati, acido ascorbico, calcio, potassio e fosforo. Povera di lipidi e ricca di glucidi e vitamine è un eccellente tonico generale, capace di dare energia all’organismo senza compromettere la linea. Particolarmente interessante è il contenuto in acido ascorbico: 100 grammi di polpa possono fornire fino a 300 mg di vitamina C, quantitativo pari a sei volte quello di un’arancia.  Ad essa si deve il potere antiossidante del baobab, utile per proteggere l’organismo nei confronti dei danni ossidativi prodotti dai radicali liberi.  Grazie alla sua dotazione nutrizionale, il baboab potenzia le difese dell’organismo contro i virus e regolarizza i valori glicemici, migliora la qualità della pelle e dona forza, energia ed equilibrio anche al tono dell’umore.

Come assumerlo

La quantità di polpa del frutto di baobab da assumere giornalmente è ricavata in base al contenuto in fibre alimentari e acido ascorbico presenti. Per garantire un adeguato apporto di fibra alimentare, la quantità media da assumere varia da 5 a 8 g di polpa al giorno, disciolta in acqua, succo di frutta o yogurt.

(Fonte www.riza.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *