Tumore al Seno, con la Dieta Mediterranea si Combatte meglio

Il tumore al seno, considerato il big killer delle donne giovani e meno giovani, oggi fa meno paura rispetto a qualche anno fa. Le statistiche ci confortano, confermandoci che se non è proprio diminuito il numero delle donne che si ammalano di questa neoplasia, è certamente cresciuta in modo significativo la percentuale di chi sia riuscita a sconfiggere il male, riprendendosi in pieno la propria vita. Insomma, di cancro al seno si può guarire, come ben testimoniano i numeri che arrivano dalla regione Lombardia, che ci testimoniano, a fronte di un totale di 7400 diagnosi di tumore alla mammella annuali, un trend positivo in fatto di guarigioni complete.

La differenza, rispetto al passato, la fanno una serie di favorevoli fattori concomitanti: screening diagnostici che permettono di individuare la neoplasia in fase iniziale, quando è decisamente più facile estirparla, cure sempre più mirate e personalizzate, uno stile di vita più salutare. A partire dall’alimentazione, che costituisce una vera e propria cura nella cura, anche quando la malattia sia già conclamata.

“Assapora la vita”, la campagna itinerante contro il tumore al seno

combattere tumore al seno con dieta mediterraneaA parlare di alimentazione nella strategia di lotta contro il tumore al seno, sarà oggi, 4 luglio, un team variegato di esperti, costituito da oncologi, nutrizionisti e cuochi che riuniti a Milano presentano la campagna nazionale itinerante “Assapora la vita”, organizzata per la regione Lombardia dall’Associazione Salute Donna onlus. Non solo conferenze sulla malattia, sua genesi e possibili terapie, ma anche una vera e propria scuola di cucina, in cui verranno presentate le ricette della nostra gustosa e salutare dieta mediterranea (patrimonio immateriale dell’umanità per l’Unesco) che possono aiutare a proteggere le donne dal tumore al seno, ma anche a combatterlo meglio quando si sia presentato. Sempre più, dunque, ci stiamo rendendo conto di quanto sia cruciale alimentarci bene, in modo corretto e consapevole, per mantenere il nostro corpo in salute.

Dieta mediterranea contro il tumore al seno

Spiega la dott.ssa Cecilia Gavazzi, Responsabile della Struttura Semplice Dipartimentale Terapia Nutrizionale della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori di Milano, quanto sia fondamentale il ruolo del cibo, ma anche dell’attività fisica regolare, nella prevenzione e nella lotta di malattie come il cancro, in questo caso di quello al seno, il più diffuso tra le donne.

“Esistono evidenze ampiamente riconosciute del fatto che uno stile di vita equilibrato, che preveda anche una sana alimentazione, può aiutare a prevenire l’insorgenza di alcune forme tumorali.Per chi è in trattamento oncologico essa è primariamente finalizzata a mantenere un buono stato nutrizionale, che consenta di effettuare le terapie riducendo gli effetti collaterali e migliorando la qualità di vita. Quando si affronta la malattia oncologica è bene viziarci e coccolarci: ancor meglio se qualcuno prepara per noi, con fantasia e amore, pietanze appetitose.

Tuttavia, non dobbiamo dimenticare che se il nutrimento equilibrato non si accompagna a un’attività fisica, magari anche limitata a una passeggiata nel verde, a un sonno adeguato e a una riduzione delle occasioni di stress, può perdere buona parte dei suoi benefici“. Per stare bene, dobbiamo perciò imparare a prenderci cura di noi, come se fossimo davvero la persona più importante della nostra vita, e non un bersaglio da maltrattare abusando di cibo spazzatura, sostanze tossiche come il fumo, e negandoci il benessere che deriva dal muovere il nostro corpo con scioltezza, in mezzo alla natura o in un ambiente rilassante. Perché non siamo fatti per restare immobili per ore nella stessa posizione, per diventare contenitori amorfi in cui si può buttare di tutto indifferentemente, è naturale che ad un certo punto… il corpo dica basta, e si ammali.

Tumore al seno, combattiamolo a suon di ricette

Non è facile cambiare stile di vita, soprattutto perché dobbiamo abbandonare abitudini confortevoli, anche se dannose. Ma si tratta di uno sforzo che vale la candela, in questo caso che può valere la vita. Nel corso della campagna nazionale Assapora la vita,che come abbiamo visto parte oggi a Milano, a chi interverrà verrà anche data la possibilità di imparare in modo divertente come si cucina un buon piatto mediterraneo che sia tanto buono al palato quando utile per il nostro corpo. Lo chef Alessandro Circiello, ad esempio, presenterà alcune ricette gustose, mentre nutrizionisti spiegheranno per filo e per segno i benefici di ogni singolo nutriente presente nel piatto.

Annamaria Mancuso, Presidente di Salute Donna onlus, spiega il senso dell’iniziativa: “L’educazione alla salute nell’ambito delle malattie oncologiche è uno degli obiettivi che Salute Donna onlus si prefigge per offrire alle donne con tumore al seno in terapia gli strumenti per sviluppare uno stile di vita corretto: nutrirsi bene, seguendo la tradizione italiana che tutto il mondo imita, ci aiuta a sentirci meglio con noi stesse ed è una condizione fondamentale per affrontare meglio le sfide della malattia”. In questo progetto, perciò, è stato inserito anche un utile ricettario con 30 ricette pensate per aiutare le donne sotto terapia per un tumore al seno, a combattere meglio la malattia. Davvero una splendida iniziativa per tutte noi.

(Fonte salute.pourfemme.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *