Verdure Prima del Pasto: una buona abitudine

Consumare le verdure prima di un pasto è un’ottima abitudine alimentare in quanto migliora la digestione, riduce il senso di pesantezza e il gonfiore addominale, rallenta i picchi glicemici, aiuta a combattere le intolleranze alimentari e infine stimola il senso di sazietà. Ma quanto limita l’apporto di calorie?
verdure prima di pasto

A questa domanda hanno risposto i ricercatori della Pennsylvania State University, conducendo uno studio su 46 donne non a dieta, di età compresa tra i 20 e 45 anni, le quali hanno seguito per diversi giorni un menù composto da 300 grammi di insalata (circa 100 Kcal) e un primo piatto: tortellini al sugo.

L’esperimento si è protratto nel tempo, con la particolarità che ogni giorno cambiava la modalità con la quale venivano servite le verdure: prima o durante il pasto, oppure assenti.

Alla fine dell’esperimento, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica “Appetite”, è emerso che le verdure sono efficaci a ridurre le calorie a prescindere dal momento in cui le si consuma, a patto che la porzione sia fissa e abbondante, in quanto per ridurre l’apporto energetico di un pasto c’è bisogno di una determinata quantità di verdura. Nel caso dell’insalata, 300 gr riducono l’apporto calorico del pranzo dell’11% circa.

(Fonte www.freshplaza.it/)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *