Acido folico

L’ acido folico detto anche vitamina B9 è presente in natura all’interno di alcuni cerali, nel lievito di birra, nel fegato e nelle verdure a foglia larga, come per esempio gli spinaci, asparagi, carciofi agrumi. L’acido folico non è prodotto dall’organismo umano ma deve essere assunto attraverso l’alimentazione. La sua funziona è di fondamentale importanza perchè aiuta la moltiplicazione delle cellule, vale a dire la sintesi degli acidi nucleici, e degli amminoacidi. In quanto appartenente al gruppo delle vitamine B gioca un ruolo attivo nella formazione dei globuli rossi (con fattore anitanemico) ed è fondamentale nell’equilibrio del sistema nervoso. Il ruolo dell’acido folico non è ancora completamente chiaro, ma presenta effetti positivi nella prevenzione di malattie cardiovascolari, Alzheimer.(cit. Albanesi e Torrino medica)

Chimica del principio attivo: Acido Folico.

Prende il suo nome dal latino Folium, scoperto nel 1939 a seguito di studi su una forma di anemia nei polli. La sostanza è stata prima di tutto isolata dal fegato e dai vegetali prendendo il nome dalla sua scopritrice con il nome di fattore Wills e in seguito è stata caraterizzata chimicamente. L’acido folico è una vitamina idrosolubile fondamentae nelle razioni di sintesi, riparazione del DNA e per altre importarnit reazioni biochimiche dell’organismo, fondamentale in periodi di crescita rapida, quinid particolarment eindicato nelle donne in gravidanza per la prevenzione di malformazioni del feto, per prevenire, sia in adulti che bambini, l’anemia, dato che coadiuva la produzione di globuli rossi. (cit. Wikipedia)

Acido folico e alimentazione

L’acido Folico è presente in alcuni tipi di alimenti, e consigliato dai medici soprattutto in alcune condizioni. L’alimentazione, soprattutto per alcuni casi specifici, è il primo passo per l’assunzione dell’acido folico. A parte alimenti già indicati, esiste una lista di cibi contenenti folati che sono alal base di una dieta ricca e variegata che possa portare ad aumentare il tasso di vitamina B9 nell’organismo. In luogo degli alimenti è possibile assumere il principio attivo anche tramite prodotti farmacuetici prodotti ad hoc, con vario dosaggio a seconda delle problematiche del soggetto.

Sintomi da carenza di acido folico.

I sintomi da carenza sono diversi: apatia, inappetenza, stanchezza difficoltà mnemoniche, problemi del sonno, ulcerazioni della mucosa orale e anemia macrocitica e megaloblastica. L’acido folico è definito anche “la vitamina amica dei bambini”, infatti è proprio durante l’infanzia che l’assenza o carenza di acido folico può provocare problemi nella crescita, invece in età adulta una carenza di acido folico tale carenza può essere provacata da alterazioni della flora batterica per esempio a seguito di una cura a base di antibiotici. Inoltre esistono anche altre categoria che devono assumere la folina per poter sopperire al fabbisogno di acido folico.

Meccanismo d’azione acido folico

L’acido folico è elemento estremamente importante per la vita umana, fin dai primi giorni di sviluppo dell’embrione. Non essendo sintetizzato dall’organismo, e da assumere con una dieta a base verdure a foglia verde, frutta, legumi e carne, che generalmente soddisfano il fabbisogno. Una carenza di folati si ripercuote sulla salute del paziente

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>