L’Osteoporosi

Cos’è l’osteoporosi

prevenire osteoporosiCon il termine osteoporosi si intende una condizione per cui lo scheletro è soggetto ad un maggiore rischio di fratture, in seguito alla diminuzione di massa e alle modificazioni della microarchitettura delle ossa. Anche se generalmente l’osteoporosi viene considerata una malattia a carico delle ossa, secondo alcuni si tratterebbe di un processo parafisiologico la cui presenza predispone a un maggior sviluppo di patologie e una conseguente diminuzione della speranza di vita, se non adeguatamente trattata.
Poiché viene considerata troppo facilmente malattia, il British Medical Journal l’ha inclusa in un elenco di non-malattie, l’International Classification of Non-Diseases.    (Fonte: wikipedia)

Le osse del nostro scheletro sono tessuti vivi in continua trasformazione.
Ogni osso è nutrito dai vasi sanguigni ed è formato da due tipi di cellule: gli osteoclasti, che dissolvono l’osso vecchio lasciando degli spazi vuoti, e gli osteoblasti, che riempiono questi buchi con nuovo osso. Quando la perdita è maggiore della ricreazione, si soffre di osteoporosi.

Truffa calcio

Sul  British Medical Journal sono apparsi i risultati di una ricerca che sostiene che il calcio necessario per combattere l’osteoporosi sia 700 milligrammi al giorno. Molto meno di quello che oggi, troppo spesso i medici prescrivono alle donne in menopausa, sotto forma di integratori. I media e le credenze popolari peggiorano la situazione esaltando la necessità di assumere molti latticini: come vedremo, una doppia beffa.
Il calcio in eccesso non è innocuo ma creerebbe notevoli problemi, tra i quali il rischio di frattura dell’anca, calcoli renali e infarto e, addirittura cancro al seno.

Cosa provoca l’osteoporosi

Le cause principali dell’osteoporosi: un mancato equilibrio acido/alcalino del sangue, abuso di alcool, tabacco, zucchero, caffeina e sale, vita sedentaria e con poca luce del sole, pillola contraccettiva, chemioterapia, antidepressivi, stress, problemi di digestione e alimentazione (anoressia), eccessivo uso di antibiotici ma soprattutto, ed ecco la beffa, il consumo di grassi animali e latticini. Questi ultimi infatti, rendendo il sangue acido, provocano la necessità per l’organismo di richiedere calcio ad ossa e denti per ripristinare l’equilibrio. E’ statisticamente provato che i paesi che consumano più latticini sono gli stessi con o più alti tassi di osteoporosi.

Rimedi

I rimedi e la prevenzione dell’osteoporosi sono quindi facilmente comprensibili: vita regolare, alimentazione sana, attività fisica e un alleato importantissimo, il sole!
Il sole rafforza lo scheletro e aiuta l’organismo a sintetizzare la vitamina D e ad assorbire il calcio al meglio, processo fondamentale per la salute delle ossa.
Banditi i latticini, i migliori apportatori di calcio sono vegetali e frutta secca: mandorle, pinoli, noci e sesamo aiutano l’organismo ad assorbire più calcio; fichi secchi, castagne ma anche fragole, limone, mango e mele. Tra gli ortaggi, tutti quelli a foglia verde ma soprattutto gli spinaci.

(Fonte sanibellieinforma.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *