Disidratazione: gli Integratori Alimentari sono Utili?

disidratazioneCombattere la disidratazione dovuta al caldo è fondamentale. Gli esperti raccomandano di bere due litri di acqua al giorno, per evitare che l’eccessiva sudorazione possa rivelarsi dannosa. In effetti dobbiamo ricordare che la sudorazione è un mezzo al quale il nostro corpo ricorre per tenere sotto controllo la temperatura corporea.
Il rischio è comunque di perdere anche i sali minerali di cui il nostro organismo ha bisogno. Per questo gli integratori alimentari si rivelano piuttosto utili: essi reintegrano quei sali minerali che perdiamo con la sudorazione. In questo modo si evitano danni per il metabolismo.

Nello specifico, secondo i nutrizionisti, dovremmo fare ricorso a degli integratori idrosalini. A questo proposito Giorgio Calabrese, docente di Nutrizione umana all’università di Alessandria, ha spiegato: “In presenza di una cospicua perdita di liquidi, ad esempio se abbiamo fatto delle grandi corse, allora un integratore idrosalino, in sostituzione di un quantitativo rilevante di frutta e ortaggi, ci sta tutto.

Il meccanismo d’azione degli integratori idrosalini

Gli integratori idrosalini si possono dividere in tre gruppi: ipertonici, isotomici, ipotonici. La differenza risiede soprattutto nel tipo di pressione osmotica che mettono in atto. Gli integratori ipertonici sono bevande che presentano una concentrazione di carboidrati e sali minerali in grado di determinare una pressione osmotica superiore a quella del plasma. Per essere assimilati a livello intestinale occorrono dei tempi lunghi.

Gli integratori isotonici determinano una pressione osmotica a quella del plasma e richiedono tempi medi di assimilazione. Gli integratori ipotonici sono in grado di esercitare una pressione osmotica inferiore a quella del plasma e le sostanze in essi contenute vengono assimilate nel giro di poco tempo.

Le regole per il reintegro dei sali minerali

Per reintegrare i sali minerali persi con la sudorazione, è opportuno seguire alcune regole essenziali, che si configurano come consigli utili contro il caldo e la disidratazione estiva. Innanzi tutto il reintegro dovrebbe essere messo in atto in modo personalizzato, tenendo conto della concreta perdita di liquidi, alla quale si è stati sottoposti.

Fondamentale è il recupero dei sali minerali dopo l’esercizio fisico. Specialmente quando ci si allena per più di un’ora di seguito, è importante reintegrare anche in modo frazionato di tanto in tanto, anche mentre si compie l’attività fisica.

Da preferire le bevande fresche e gli integratori alimentari ipotonici, che abbiano una bassa concentrazione di sali e di zuccheri, visto che il sudore è ipotonico rispetto al plasma e ricordando che la disidratazione è indispensabile per la salute del corpo.

(Fonte www.tantasalute.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *