Le Proprietà del Cardamomo e dove trovarlo

cardamomoIngrediente essenziale della cucina mediorentale ed elemento base per la preparazione del curry indiano e di molte altre ricette, come descritto dai colleghi di Gustoblog, il cardamomo è una spezia appartenente alla  famiglia delle Zingiberacee, la stessa dello zenzero.

Pur essendo utilizzato principalmente nella preparazione di manicaretti e ricette varie, è una pianta dalle molteplici proprietà medicinali.

La medicina tradizionale indiana lo indica come ottimo curativo in caso di mal di denti o infiammazioni gengivali, perché ha proprietà antinfiammatorie; masticarne i semi, inoltre,  aiuta a rinfrescare l’alito e a disinfettare la bocca dopo i pasti. In Oriente è molto utilizzato anche in caso di problemi di digestione: la medicina cinese lo consiglia per rimediare a tutti i disturbi legati allo stomaco e all’intestino, specialmente nei casi di dissenteria.

Sotto forma di infuso e tisana, invece, ne si apprezzano le proprietà antipiretiche: è un vero toccasana contro il raffreddore e la tosse, perché aiuta a liberare le vie respiratorie e combatte la sensazione di spossatezza che spesso accompagna le sindromi influenzali.

Nella medicina ayuverdica, inoltre, lo si consiglia per ovviare ai problemi del sistema urinario, perché ha un effetto diuretico.

Dati i suoi usi eterogenei, dove trovarlo non è difficile: solitamente ci si può rivolgere ad un’erboristeria o ad un supermercato ben fornito. È meglio la prima perché nei secondi è più facile trovare il cardamomo meno pregiato, già in polvere, che ha perso le sue proprietà fondamentali. È meglio acquistarlo in baccelli che racchiudano i semi: è possibile anche reperirlo in negozi di té e tisane biologiche che vendano spezie, nelle drogherie specializzate e nei negozi di alimenti etnici.

(Fonte www.benessereblog.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *