L’Alimentazione in Menopausa

dieta da seguire in menopausaL’alimentazione è fondamentale per il nostro benessere e nella nostra vita, in tutte le sue fasi.

Un particolare occhio di riguardo a ciò che mettiamo nei nostri piatti va però tenuto soprattutto durante la menopausa.

L’organismo della donna in questa naturale, quanto complessa fase biologica, subisce numerose modificazioni: i cambiamenti ormonali mettono a rischio la salute del cuore e delle ossa, ma soprattutto favoriscono un accumulo di peso che non solo non giova all’osteoporosi e alle malattie cardiovascolari, ma può sicuramente essere collegato a diabete ed altre malattie correlate all’obesità.

Perdere peso in menopausa
Esistono allora due imperativi diversi durante la menopausa: perdere peso, o per le più fortunate, evitare di accumularlo. Non è cosa facile, in ambedue i casi, anche perché tali opzioni devono diventare una costante, sono “per sempre”. Ecco allora che il termine “dieta” assume nuovamente l’originario significato mutuato dalla lingua greca: “stile di vita“. Non dovranno dunque mancare attività motoria e cibi sani in quantità accettabili. Largo a frutta e verdura e stop a bibite gassate e zuccherine, come pure ai dolci, ai fritti e agli insaccati, il cui consumo può essere concesso solo se considerato come un “evento eccezionale” . Soprattutto però occorre evitare grandi quantità di carne e formaggio. Cosa ben nota già da tempo, confermata ora da una nuova ricerca scientifica realizzata presso l’Università di Pittsburgh e pubblicata sul Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics. Gli studiosi hanno però ribadito un concetto, essendo la menopausa una condizione duratura nel tempo, la dieta deve essere sostenibile: quindi è opportuno concentrarsi (ancora una volta) su scelte alimentari che non prevedono drastici sacrifici: no alle diete ipocaloriche, sì alle equilibrate.

La giusta alimentazione in menopausa
Attenzione però ad alcuni limiti ben noti. E’ risaputo infatti che il latte ed i suoi derivati, i formaggi, seppur ricchi di grasso rappresentano anche una ottima fonte di calcio, basilare per la salute delle ossa. Al contempo la carne rossa può essere fonte di ferro ed aiutare a prevenire l’anemia in menopausa che spesso si sviluppa proprio a causa di un‘errata alimentazione. Dunque che fare? Esistono delle alternative. Ad esempio il latte scremato, ma anche i legumi secchi, particolarmente ricchi di calcio, mentre andrebbe diminuito il sale, responsabile non solo dell’ipertensione , ma anche di una demineralizzazione dell’osso. Anche alcune tipologie di acqua sono poi più ricche di calcio. Soprattutto però ne sono ricche anche le verdure a foglia verde. Del resto come farebbero le donne affette da intolleranza al latte? Lo stesso discorso va fatto per la carne e tutti i possibili cibi contenenti ferro. Insomma, ci vuol sempre equilibrio nella scelta degli alimenti. Può essere buona norma trovare un nutrizionista per farsi indicare la giusta strada, anche e soprattutto in base ai propri gusti, alle abitudini e alle condizioni generali di salute. Potrebbe anche prescrivere degli integratori alimentari, laddove necessario.

(Fonte /salute.pourfemme.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *