Il Farro: può essere un’alternativa a pasta e riso?

Il farro è un alimento poco utilizzato sulle nostre tavole rispetto ad altri cereali come il riso ed il grano. Tuttavia presenta delle caratteristiche che lo rendono accostabile agli altri cereali. Inoltre esso è regolarmente coltivato in Italia sin dall’antichità.

proprietà del farroEsiste in diverse forme: integrale, semiperlato (con una molatura sulla cariosside, più tenero e chiaro rispetto all’integrale), decorticato (con una maggior quota di fibre), perlato (più lavorato, senza gli strati esterni, con minor valore nutrizionale), spezzato (si rompono i chicchi e li si dividono a seconda della grandezza).

Il farro è un cereale molto ricco in fibre, sia fermentabili (ed in grado quindi di fornire nutrimento alle cellule intestinali) che non fermentabili (che contribuiscono, tuttavia all’aumento del volume della massa fecale e quindi favorisce lo svuotamento intestinale). Come già sappiamo, inoltre, le fibre, a livello dello stomaco, contribuiscono a creare un senso di sazietà.

Il farro è ricco inoltre è ricco di minerali quali potassio, fosforo e calcio. Possono tranquillamente sostituire una porzione di pasta o riso, in quanto 100 g di farro forniscono 335 KcCal. Tuttavia tale alimento non può essere consumato dai celiaci, in quanto contiene glutine.

(Fonte www.alimentazione-salute.it/)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *