Preparati al meglio per l’Autunno

Fai il pieno di sostanze fondamentali per la vitalità, come i fagioli azuki: la tua sarà una ripresa “a tutto sprint”…

fagioli azukiAnche se l’estate non è ancora finita è bene preparare il corpo all’autunno e sostenerlo nella ripresa settembrina delle consuete attività. Per farlo è necessario agire a vari livelli: reni, sistema linfatico, nervi e muscoli, secondo due livelli di intervento: eliminare le scorie metaboliche in modo da fare spazio per le nuove energie e aiutare l’organismo con sostanze sottili ( oligoelementi e vitamine) e tuttavia fondamentali per rendere possibili le reazioni chimiche all’interno delle cellule e in particolare del sistema nervoso e muscolare, i due pilastri strutturali su cui si basa la ripresa di settembre.

Alla scoperta degli oligoelementi

Si tratta di minerali semplici che si collocano in punti strategici dove regolano gli equilibri elettrolitici, il pH di sangue e tessuti, oppure entrano a far parte di proteine essenziali per l’organismo; il ferro per esempio costituisce il cuore dell’emoglobina, la molecola che trasporta l’ossigeno nel sangue verso i tessuti.

Rinforzare: quanta energia da oligoelementi e vitamine!

Dopo aver fatto piazza pulita delle sostanze inutili, è necessario “oliare” i meccanismi intracellulari deputati alle reazioni chimiche che servono alla produzione e all’utilizzo delle nuove energie, e al metabolismo in generale. Queste reazioni possono avvenire soltanto se sono presenti nelle cellule, nelle giuste quantità, due tipi di molecole essenziali: i minerali o oligoelementi, e le vitamine del gruppo A e B.

Fai così

A settembre per il tipo di “scatto energetico” richiesto dalla ripresa a pieno ritmo, sono importanti sodio, cloro, ferro, cobalto, fluoro, fosforo e manganese. Potete assumerli attraverso il pesce (due volte la settimana), i cereali integrali, gli ortaggi (tutti i giorni). Sono importanti anche il potassio (ne è ricco il sedano, da consumare crudo e in insalata), il calcio (nei pinoli, da aggiungere alle verdure cotte) e il magnesio (nelle banane).

Depurati: con l’azuki reni puliti

Durante l’estate i reni sono stati sottoposti a un duro lavoro, a partire dal fatto che hanno dovuto filtrare molti più liquidi del solito. In pratica i reni sono appesantiti nella loro funzione sia da un eccesso di attività sia dalla deposizione, negli interstizi cellulari dei glomeruli renali – le strutture depurata al filtraggio del plasma sanguigno – di molecole di scarto che sono rimaste “impigliate”. Bere lontano dai pasti è fondamentale, ma per per depurarsi a fondo, sono ideali i fagioli azuki, da aggiungere alle minestre per tutto il mese.

Drenati: per un po’ rinuncia alle brioches

I vasi linfatici sono deputati alla raccolta di tossine e di prodotti di scarto dell’attività tessutale e al loro trasporto verso le varie stazioni di linfonodi, dove la linfa viene purificata. Durante i mesi estivi l’alimentazione a volte squilibrata ha creato un eccesso di tossine. Così è possibile un accumulo di molecole e frammenti organici che rende problematico il drenaggio della linfa, con difficoltà nell’utilizzo dell’energia. Consuma meno carni rosse, grassi animali, zuccheri e lieviti, ed evita per un mese almeno merendine e brioches.

(Fonte www.riza.it/)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>