Come curare le Scottature in Cucina con i Rimedi della Nonna

Bruciarsi in cucina è molto semplice: le scottature sono all’ordine del giorno. Tra i manici delle pentole o la scarsa dimestichezza con i forni e, in particolare, con i guanti per proteggersi le mani, possiamo spesso incappare in piccoli incidenti domestici, che possono arrecare anche molto dolore.

come curare scottatureLe scottature sulle mani sono tra gli intoppi che maggiormente possono capitare nella stanza più importante della nostra casa, dove trascorriamo più tempo.
Cosa fare in caso di piccole lesioni dovute a pentole troppo bollenti o pareti del forno troppo calde? Innanzittutto, se la situazione è grave, bisogna subito andare al pronto soccorso, mentre per piccole ferite ricordiamoci di metterle subito sotto l’acqua fredda, per sentire anche meno dolore.

Ma non è solo questo uno dei rimedi della nonna che possiamo utilizzare in caso di scottature in cucina.

La nonna, in caso di scottature di ogni genere, ci diceva sempre di mettere la mano (o la parte del corpo lesionata) sotto il getto di acqua freddissima, per lenire il dolore. Inoltre ci diceva di non coprire mai la ferita, lasciandola respirare il più possibile, senza utilizzare pomate di alcun tipo. Inoltre non ci consigliava di strappare la bolla che, inevitabilmente, si crea sopra una scottatura.

Ma tra i rimedi fai da te efficaci che possiamo adottare, ci sono anche gli impacchi con il bicarbonato, che impedisce la formazione delle vesciche, gli impacchi con la camomilla e con l’olio d’oliva, che calmano dolore e rossore.

Le patate e i cetrioli calmano il bruciore: basta sbucciarli, tagliarli a fettine e metterli sulla vostra lesione.

Gli stessi rimedi possono essere utilizzati anche per altri tipi di scottature, come quelle da sole o quelle per utilizzo di altri strumenti bollenti, come il ferro da stiro o la pistola di colla a caldo.

(Fonte /www.benessereblog.it/)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *