Carote, alleate di Fegato e Intestino

Spremute o in insalata, le radici più colorate e saporite dell’orto contengono zuccheri, caroteni, minerali e fibre che regolarizzano la digestione…

proprietà delle caroteLa carota è un vegetale originario del Mediterraneo carnoso e croccante ricco di provitamina A e vitamine C, B1, B2, PP, D, E, sodio, potassio, calcio, fosforo, zuccheri, tante fibre solubili (prevalentemente pectina) e il 95% di acqua. Questa ricchezza di nutrienti fa della carota un eccellente prodotto della terra con proprietà antiossidanti, depurative, digestive, antidiarroiche e antianemiche. In pratica, il miglior ricostituente per la ripresa d’autunno.

Molto utili contro colite e reflusso

La carota è assai indicata per contrastare i malesseri a livello gastrico e intestinale; la sua ricchezza in provitamina A migliora la funzionalità e la struttura della mucosa, riducendo i disturbi legati al colon irritabile e proteggendo dalle aggressioni le pareti dello stomaco e dell’intestino. L’azione sulle mucose si estende anche a bocca, naso, gola e polmoni che, così “corazzate” sono meno sensibili all’aggressione di germi patogeni e infezioni. Inoltre mangiare carote facilita il lavoro del fegato, con notevoli miglioramenti della risposta immunitaria.

Dopo le ferie la digestione arranca

A settembre, qualcosa in profondità nella nostra psiche ma anche nel corpo avverte come innaturale lo stile di vita nel quale ci si deve ributtare a capofitto. A volte la colite può essere l’unica spia di un notevole stato d’ansia, soprattutto quando le scariche si manifestano al mattino, all’inizio della giornata lavorativa: essere segnalano che c’è un’ansia da prestazione o una preoccupazione rispetto alle cose che sono da affrontare, a cui la vacanza ci aveva disabituato. Riconoscere la natura psicosomatica di questi disturbi è fondamentale sia per evitare farmaci inutili sia per beneficiare dei rimedi naturali che in questi casi sono di grande aiuto. Essendo, tra l’altro, privi di effetti collaterali.

A colazione bevi il centrifugato

Al mattino per tutto settembre prepara un bicchiere di centrifugato di carota e bevilo a digiuno, se vuoi allungandolo con un po’ di succo di mela trasparente senza zucchero: ti assicuri un’ottima depurazione di colon, fegato e reni, fai il pieno di antiossidanti naturali che contrastano la formazione di rughe e favorisci una regolare evacuazione.

Mangiale crude come spuntino

Una o due carote possono sostituire lo spuntino della mattina o del pomeriggio, magari masticate crude, poiché la loro consistenza appaga bene la voglia di sgranocchiare. Se le carote vengono gustate cotte, ai pasti, bisogna aggiungere un po’ di olio extravergine di oliva, che permette di assimilare meglio il betacarotene, la provitamina liposolubile che in assenza di grassi viene in gran parte perduta.

(Fonte www.riza.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *